/ Eventi

Eventi | 20 agosto 2019, 10:39

A Natale Sanremo e la Valle d’Aosta saranno unite nel percorso “Alpi nell’Arte” tra Santa Tecla, Santa Brigida e il Museo Civico di piazza Nota (Foto e Video)

Questa mattina la presentazione con Renzo Testolin, vice presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta

Le immagini da palazzo Nota

Le immagini da palazzo Nota

Sanremo e la Valle d’Aosta saranno unite non solo da un filo turistico che da sempre lega mare e montagna, ma anche dal mondo dell’arte. Al Museo Civico di piazza Nota è stato presentato “Alpi nell’Arte”, percorso espositivo di opere artigianali valdostane e presepi che, nel periodo natalizio, interesserà il Forte di Santa Tecla, Santa Brigida e il Museo Civico.

LE INTERVISTE ALLE AUTORITÀ



L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal vice sindaco di Sanremo Alessandro Sindoni con l’assessore alla Cultura Silvana Ormea insieme a Renzo Testolin, vice presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta e assessore regionale a Finanze, Attività Produttive e Artigianato. Con loro anche: Enzo Viérin (dirigente della struttura Attività Artigianali e di Tradizione della Regione Autonoma Valle d'Aosta), Nicola Rosset (presidente della “Camera valdostana - Chambre valdôtaine”), Claudia Carnevali (SPIN2servizio associato fra la “Camera valdostana - Chambre valdôtaine” e “Unioncamere Piemonte”), Luciana Ferraris (Cooperativa “D’Socka” di Gressoney-Saint-Jean – Aosta), Luana Usel (cooperativa “Les Tisserands” di Valgrisenche – Aosta), Annamaria Bacolla (cooperativa “Lou Dzeut” di Champorcher – Aosta), Laura Bosonin (cooperativa “Lou Dzeut” di Champorcher – Aosta).

Il progetto vede coinvolti anche l’associazione della città vecchia “Pigna Mon Amour” e il CIV “La Pigna l’antico Borgo”. A Sanremo arriveranno gli artigiani e gli artisti valdostani che, nelle varie location, esporranno le loro opere che daranno un volto nuovo anche alla città vecchia. Un'iniziativa che mira a portare a Sanremo gli appassionati ma anche i residenti del Nord Italia che potranno così riconoscersi nella proposta artistica e commerciale di “Alpi nell’Arte”.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium