/ Speciale elezioni Sanremo

Speciale elezioni Sanremo | 16 febbraio 2019, 09:04

Il candidato a Sindaco di 'Sanremo Libera' Alessandro Condò interviene sulla situazione della zona salita Colle Fiorito-strada Capinera

"Ormai più di due anni fa, i componenti di queste famiglie inviarono una lettera indirizzata al Sindaco, all'Amaie e all'Assessore competente, dove si prendeva atto delle nuove disposizioni in materia di raccolta e conferimento di rifiuti"

Il candidato a Sindaco di 'Sanremo Libera' Alessandro Condò interviene sulla situazione della zona salita Colle Fiorito-strada Capinera

"Mi faccio portavoce tramite Sanremo Libera, ma anche e soprattutto in veste di cittadino residente nel quartiere, per rendere pubblica  una situazione di profondo disagio che stanno vivendo una ventina di famiglie che risiedono in zona salita Colle Fiorito/strada Capinera a Sanremo".

Interviene in questo modo Alessandro Condò, candidato a Sindaco di ‘Sanremo Libera’, che ha espresso il suo pensiero "Ormai più di due anni fa, i componenti di queste famiglie inviarono una lettera indirizzata al Sindaco, all'Amaie e all'Assessore competente, dove si prendeva atto delle nuove disposizioni in materia di raccolta e conferimento di rifiuti ed in particolare degli orari e dei luoghi indicati da codesta Amministrazione per la consegna dei contenitori, manifestando di conseguenza il grave disagio che deriverebbe dall'applicazione di tali modalità.

Le motivazioni sono riconducibili alla particolare condizione di salita Colle Fiorito, ovvero di elevata pendenza, deserta la sera, scarsa  illuminazione, distanza tra abitazioni e bidoni ampiamente superiore ai parametri indicati nel disciplinare tra Amaie e Comune (150 mt. da abitazione più lontana).

Tali cause renderebbero il tragitto dalle rispettive abitazioni al luogo indicato molto disagevole ed insicuro, in primis per le persone anziane ma non solo, soprattutto negli orari programmati e nelle inevitabili condizioni meteorologiche della stagione più fredda e buia. In considerazione di ciò erano state avanzate delle proposte che, a nostro avviso, avrebbero potuto rendere meno difficoltosa l'applicazione del programma ai residenti di questa zona.

Ebbene ad oggi, non solo non ci sono mai state date risposte di nessun tipo ma, oltre al fatto di continuare a pagare un servizio del quale mai nessuno ha di fatto usufruito, nel piazzale in cima a Strada i cassonetti per la differenziata sono ormai stabilmente itineranti in quanto  alcuni abitanti della zona, senza farsi il minimo problema ed in preda ad un totale delirio anarchico, decidono in base a come si svegliano al mattino come e dove spostare i cassonetti a loro piacimento.
Ora diteci voi se questo si possa considerare un comportamento accettabile.

Chiediamo pertanto che ci vengano fornite al più presto risposte chiare ed esaurienti, unitamente a soluzioni valide e definitive.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium