Economia - 23 novembre 2022, 13:55

Previsione del prezzo del Bitcoin: 250.000 dollari nella prima metà del 2023

La più grande criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha avuto un paio di settimane ingloriose

Previsione del prezzo del Bitcoin: 250.000 dollari nella prima metà del 2023

La più grande criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha avuto un paio di settimane ingloriose. Ha perso quasi il 22% del suo valore mentre deve ancora riprendersi completamente dall'implosione dello scambio di criptovalute FTX. Tuttavia, il futuro non è del tutto cupo e, secondo gli analisti, il BTC potrebbe facilmente tornare in forma nel 2023.

Un declino senza fine per BTC

Il BTC è riuscito a riconquistare il livello di 21.000 dollari con il rialzo del mercato delle criptovalute del 25 ottobre. Gli hodler sono stati rapidamente disillusi, poiché la criptovaluta ha perso rapidamente valore nelle due settimane successive. Sta ancora lottando per raggiungere i 17.000 dollari.

Si noti che il BTC è attualmente scambiato a circa 16.135 dollari secondo Coingecko e continua a scendere sui grafici. Negli ultimi 30 giorni, la criptovaluta ha perso oltre il 16% del suo valore. In termini di performance, ha perso quasi il 73% di valore dall'inizio dell'anno, ma gli analisti rimangono abbastanza ottimisti sul futuro.

Valutazione attuale di 310,01 miliardi di dollari

Con una valutazione di oltre 310,01 miliardi di dollari, è ben lontana dai 400 miliardi di dollari che un tempo rendevano orgoglioso il BTC. Sebbene il mercato delle criptovalute abbia attualmente una capitalizzazione di mercato globale di 833,30 miliardi di dollari, non è ancora in gran forma. Infatti, sta ancora subendo le conseguenze dell'implosione di FTX e l'instabilità del prezzo del BTC, nonché la sua difficoltà a mantenersi tra i 18.400 e i 18.200 dollari, sta creando ancora più controversie. Va ricordato che è riuscito a rimanere nella zona di supporto per gli ultimi 5 mesi prima di scendere nuovamente sotto i 17.000 dollari.

Oltre al fatto che il mercato è stato scosso dai contraccolpi del crollo di FTX, i venditori hanno contribuito notevolmente alla caduta del prezzo del BTC, che è possibile negoziare su Quantum AI app. Infatti, hanno approfittato della situazione di mercato piuttosto caotica per far scendere il prezzo del bitcoin. Molti temono che i venditori possano far scendere il prezzo a 12.500 dollari. Questo ridurrebbe il suo prezzo attuale di oltre il 23,4%. Se ciò dovesse accadere, si avrà un ulteriore impatto sulla capitalizzazione di mercato del BTC e, di conseguenza, un impatto negativo sulla valutazione complessiva del mercato delle criptovalute.

Un rally insperato per BTC?

Tuttavia, il quadro non è così fosco come si potrebbe pensare, poiché gli analisti annunciano previsioni positive per il 2023. Per questo, la prima criptovaluta potrebbe raggiungere un nuovo massimo entro la fine dell'anno. Aggiungono inoltre che il BTC potrebbe essere scambiato a un prezzo di 250.000 dollari nella prima metà del 2023.

Il 10 novembre dello scorso anno, il BTC ha raggiunto il suo massimo storico (ATH) di 69.044 dollari. Questo le ha permesso di raggiungere una valutazione complessiva di oltre 1.000 miliardi di dollari. Da allora, ha perso più del 77% di quel valore e alcuni temono che non lo riguadagnerà presto. Tuttavia, nelle prossime settimane potrebbe verificarsi un rally di recupero. L'estensione della divergenza rialzista nell'indice di forza relativa (RSI) settimanale dell'asset, che si aggira sopra la regione di ipervenduto, lascia qualche dubbio.

250.000 nella prima metà del 2023

L'inverno delle criptovalute sembra continuare, ma alcuni venture capitalist ritengono che il Bitcoin possa solo salire da qui in poi. Questo vale in particolare per il miliardario Tim Draper. Secondo lui, il Bitcoin potrebbe raggiungere i 250.000 dollari nella prima metà del 2023. Recentemente ha sostenuto che il Bitcoin potrebbe salire oltre i livelli raggiunti quest'anno nel 2023, nonostante i contraccolpi del crollo di FTX.

Secondo lui, l'implosione di FTX non dovrebbe avere alcun impatto sul valore del BTC. Questo perché la prima criptovaluta è decentralizzata, mentre FTX è una borsa centralizzata. Per il giornalista di crittografia Colin Wu, le previsioni sono altrettanto positive. In particolare, ha sostenuto che il prezzo del Bitcoin si è allontanato relativamente dalle previsioni del modello S2F. Secondo le sue stime, entro la fine del 2022 il BTC dovrebbe tornare a 78.280 dollari. Se ciò accadesse, sarebbe una manna per gli operatori e gli investitori che otterrebbero notevoli profitti.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU