Politica - 06 agosto 2022, 15:43

Sociale, un milione di euro per il nuovo patto disabili e per voucher Servizi Socio Assistenziali delle aree interne

In provincia di Imperia i Comuni interessati dal Provvedimento sono 11: Armo, Aquila d’Arroscia, Borghetto d’Arroscia, Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pieve di Teco, Pornassio, Ranzo, Rezzo, Vessalico

Sociale, un milione di euro per il nuovo patto disabili e per voucher Servizi Socio Assistenziali delle aree interne

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche Socio Sanitarie, ha deliberato con due differenti provvedimenti uno stanziamento complessivo di circa un milione di euro per la realizzazione del nuovo Patto di Sussidiarietà Disabili e per l’erogazione di voucher per i servizi socio assistenziali di due aree interne della Liguria: Valle Arroscia e Beigua Sol.

“Si tratta di due provvedimenti molto attesi. Il primo prevede uno stanziamento di 700mila euro e dà continuità al Patto di Sussidiarietà Disabili che si è concluso con successo nella scorsa primavera avviando 59 progetti, coinvolgendo 2100 persone disabili e le loro famiglie, 727 volontari, 158 associazioni – dichiara l’assessore alle Politiche Socio Sanitarie – Con questa somma , in condivisione con il Forum Terzo Settore e mantenendo l’ ATS-Associazione Temporanea di Scopo del precedente patto, si avvia l’iter per il nuovo, che presenta una sostanziale novità nella coprogettazione delle associazioni con Regione. Accanto al sostegno all’inclusione sociale delle persone con disabilità attraverso la realizzazione di attività socio ricreative, almeno il 50% delle risorse dovrà essere impiegato per colmare quelle necessità che non permettono alla persona disabile di accedere pienamente a servizi proposti a livello comunale e a livello regionale: penso per esempio alla fruizione di corsi di formazione professionale o l’utilizzo di centri ambulatoriali, riabilitativi e diurni”.

Le Organizzazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale e Fondazioni del Terzo Settore possono manifestare il proprio interesse entro non oltre il 2 settembre. Successivamente si passerà alla fase operativa che porterà entro la fine dell’anno alla nuova progettazione per attività che si svilupperanno per tutto il 2023.

Nella stessa Giunta, sempre su proposta dell’Assessore alle Politiche Socio Sanitarie, è stato approvato l'avviso 'Voucher per l'accesso ai servizi socio assistenziali nelle aree interne" per un valore di 300.000 euro rivolto ai Comuni delle aree interne Beigua Sol e Valle Arroscia.

“Siamo di fronte ad una misura innovativa per specifiche aree del territorio ligure. I voucher vengono finanziati con risorse della passata programmazione FSE 2014-2020 con un co-finanziamento regionale con l’obiettivo di garantire l’accesso a prestazioni socio assistenziali dedicati a persone over 65 e con limitazioni dell’autonomia – aggiunge l’assessore alle Politiche Socio Sanitarie – Sono risorse che possono essere utilizzate per l’accompagnamento sociale, per l’assistenza nell’igiene personale e per la fornitura pasti. Il provvedimento arriva dopo l’ascolto dei territori e l’attiva collaborazione di ANCI. Le risorse infatti verranno erogate ai Comuni sulla base delle indicazioni delle segnalazioni dei Servizi Sociali territoriali. Negli anni passati tutte le aree interne liguri in fase di programmazione della loro specifica strategia avevano deciso come destinare le risorse in arrivo dal FSE. La Valle Arroscia e il Beigua Sol hanno scelto di dedicarne una parte a questa misura sperimentale che in futuro potrà essere replicata anche in altre aree”.

“Fin dal principio, d’intesa con l’assessore e la struttura regionale competente, avevamo fortemente voluto questo percorso innovativo che offre un concreto aiuto a beneficio delle categorie più vulnerabili delle aree interne Valle Arroscia e Beigua SOL - afferma il direttore generale di Anci Liguria Pierluigi Vinai - Siamo lieti e, in qualità di coordinatore tecnico di tutte le aree interne liguri, ringraziamo Regione per conto del territorio”.

I comuni, attraverso i servizi sociali, individueranno i destinatari a cui riconoscere il voucher. Il destinatario potrà utilizzare il voucher presso il soggetto che erogherà la prestazione. Dopo l’erogazione, il soggetto erogatore presenta il giustificativo di spesa e richiede il valore del voucher al Comune.

Ecco la composizione dei comuni interessati dal provvedimento:

- Alta Valle Arroscia (11 comuni): Armo, Aquila d’Arroscia, Borghetto d’Arroscia, Cosio d’Arroscia, Mendatica, Montegrosso Pian Latte, Pieve di Teco, Pornassio, Ranzo, Rezzo, Vessalico;
- Beigua Sol (8 comuni): Campo Ligure, Masone, Mele, Rossiglione, Tiglieto, Sassello, Stella, Urbe.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU