Economia - 30 luglio 2021, 13:47

Nasce 'Dmo' per il rilancio turistico della provincia di Imperia. Lupi: "Sinergia per 'vendere' no la singola località, ma l'intero territorio" (foto e video)

Si tratta di una società consortile senza scopo di lucro istituita istituita grazie all'apporto di Confcommercio, Confesercenti, Unione Industriali, sotto il coordinamento della Camera di Commercio 'Riviere di Liguria'

Nasce 'Dmo' per il rilancio turistico della provincia di Imperia. Lupi: "Sinergia per 'vendere' no la singola località, ma l'intero territorio" (foto e video)

“DMO - Destination Management Organization”: è questo il nome della società consortile senza scopo di lucro istituita per la promozione turistica della provincia di Imperia. L’iniziativa è stata presentata stamani durante un incontro a cui hanno preso parte Erico Lupi, presidente della Camera di Commercio 'Riviere di Liguria', Gianluca Berlusconi, vicepresidente Confcommercio Imperia, Barbara Amerio e Ino Bonello, rispettivamente presidenti provinciali dell’unione industriali e Confersercenti. 

Presente all'incontro anche Marco Benedetti, presidente della Confesercenti Liguria e membro della Giunta camerale della Camera di Commercio, neo amministratore unico della Dmo. 

Dmo è si occuperà di organizzare la strategia della gestione coordinata di tutti gli elementi che costituiscono una destinazione turistica. L'iniziativa di promozione del "brand provincia di Imperia" è della CCIAA Riviere di Liguria assieme alle associazioni di categoria: Confcommercio, Confesercenti e Unione Industriali. 

Per il 70% è di proprietà delle Camere di Commercio e il restante 30% è ripartito equamente tra Confindustria, Confesercenti e Confcommercio. Per la guida di questa struttura gli accordi sono che il primo presidente sia designato dalla Camera di Commercio, che ha la maggioranza, e che successivamente si passi ad un criterio a rotazione tra le altre associazioni (la Camera può cedere il 19% delle sue quote anche ai comuni ma deve mantenere il 51%)

“Pubblico e privato nella costruzione della Dmo, dichiara il presidente della Camera di Commercio Enrico Lupi. L’obiettivo è di vendere il turismo in ambito nazionale e internazionale grazie alla professionalità degli operatori  e degli addetti tramite una struttura ‘snella’ di tipo imprenditoriale. Avrà grande sviluppo e futuro. Apriamo alla collaborazione con tutti, sottolinea, soprattutto con i Comuni, destinatari della tassa di soggiorno. Sinergia quindi con la capacità finanziaria per “vendere” no la singola località, ma l’intero territorio della Riviera dei fiori. Ci sono già altre esperienze come a Savona e anche a La Spezia. Noi ci crediamo fortemente", ha concluso Lupi. 

Ecco le interviste al presidente Lupi e ai rappresentanti di Confcommercio, Unione industriali e Confesercenti 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU