Economia - 08 aprile 2021, 17:51

Bordighera: zona rossa e mercato ridotto, c’è aria di agitazione fra i commercianti

Domani una nuova manifestazione a Savona

Fabrizio Sorgi (FIVA)

Fabrizio Sorgi (FIVA)

Oggi al mercato di Bordighera solo alcune tipologie di ambulanti consentiti: alimentari, fiori e piante. Non si placa la rabbia e la frustrazione dei commercianti che si sentono discriminati nuovamente in una zona rossa in cui vedono attività aperte e i loro banchi a casa, smontati, senza la possibilità di raggiungere gli spazi del mercato. 

Il pensiero di Fabrizio Sorgi (FIVA) riassume lo stato d’animo della categoria che porta avanti la propria campagna per un dialogo col governo: “La categoria è in forte agitazione per questa nuova discriminazione in zona rossa, sono tutti aperti, hanno chiuso soltanto ambulanti di merce non alimentare e parrucchieri. Stiamo portando avanti la battaglia facendo manifestazioni. Domani ne è in programma una a Savona dal Prefetto, un’altra è stata martedì sempre davanti alla Prefettura di Imperia. Siamo stati ricevuti martedì dal governatore Toti. In tutta Italia si susseguono manifestazioni, anche a Roma, qualche collega a Napoli ha perfino bloccato l’autostrada, come anche a Bari. Un sentimento di frustrazione generale”.

Sorgi prosegue nel quadro drammatico che gli esercenti continuano a vivere, ora si fa avanti oltre alla sofferenza, quel senso di stizza che sfocia in manifestazioni volte a smuovere la situazione ormai insostenibile: “La rabbia comincia a montare in manifestazioni che il governo doveva aspettarsi, non si può tenere una categoria e un mondo di partite iva senza risarcimenti. Da un anno facciamo la fame. È normale che la rabbia venga fuori. Mi auguro che ritornino sui loro passi rivalutando le categorie che veramente possono causare problemi in termini contagio esteso e non siamo certo noi, ma quelli aperti a tutte le ore colmi di gente, i trasporti pubblici che sono luoghi in cui si ammassa. Non certo una passeggiata all’aria aperta coi banchetti distanziati dove ognuno di noi commercianti ha la propria cassa evitando file. Qualcuno ha fatto qualche intervento in nostro favore. Credo - conclude Sorgi - stiano prendendo coscienza e cominciando a correggere la rotta. Attendiamo gli sviluppi sperando arrivino novità positive”.

Diego Lombardi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU