Attualità - 08 aprile 2021, 16:58

Cna Imperia: webinar #AndareOltre “Pianifica e riparti con le misure di Banca Carige a sostegno delle imprese”

Grande attenzione hanno suscitato gli interventi del relatore protagonista di Banca Carige, il dott. Gianfranco Lertora, Responsabile rapporti con Enti, Territorio e Banca Digitale, supportato dal prezioso intervento del dott. Alessio Berta, Dirigente Generale Corporate Liguria

Cna Imperia: webinar #AndareOltre “Pianifica e riparti con le misure di Banca Carige a sostegno delle imprese”

Nutrita e qualificata partecipazione per il webinar organizzato da CNA Imperia, in collaborazione con Banca Carige, dal titolo #ANDAREOLTRE - Pianifica e riparti con le misure di Banca Carige a sostegno delle imprese, tenutosi martedì scorso in diretta ZOOM: un seminario on line per approfondire strumenti ed opportunità offerte del mondo bancario, orientarsi tra norme nazionali e comunitarie che possono cambiare la vita finanziaria ed economica delle nostre imprese, senza dimenticare di riflettere sui rischi e le insidie che questo comporta. 

Grande attenzione hanno suscitato gli interventi del relatore protagonista di Banca Carige, il dott. Gianfranco Lertora, Responsabile rapporti con Enti, Territorio e Banca Digitale, supportato dal prezioso intervento del dott. Alessio Berta, Dirigente Generale Corporate Liguria, che hanno approfondito con estrema chiarezza i temi iniziali dell’incontro, quelli della funzione dei Fondi di Garanzia, della possibilità di richiesta moratoria delle esposizioni bancarie in corso e delle linee di sostegno alla liquidità ed il supporto alla ripresa, quali i più noti finanziamenti fino a 30mila euro, garantiti al 100% dal Fondo centrale o le ulteriori misure per importi superiori messe in campo per l’accesso a nuova liquidità, investimenti o per il consolidamento di posizioni debitorie a condizioni vantaggiose, con intervento fino al 90% del Fondo di Garanzia.

Di grande interesse l’introduzione relativa alla nuova nozione di credito deteriorato o in “default”, che identifica lo stato di inadempienza di un cliente verso la banca introdotte dall’Autorità Bancaria Europea con l’obiettivo di uniformare i comportamenti degli istituti di credito dei paesi dell’UE ed in vigore dal 1° gennaio 2021, che riguarda appunto il modo in cui banche e intermediari finanziari devono classificare i clienti a fini prudenziali. La banca è tenuta a classificare il cliente a default se sono superate le cosiddette soglie di rilevanza per oltre 90 giorni consecutivi e l’esposizione scaduta supera allo stesso tempo:
- 100 euro per le famiglie e 500 euro per le imprese (soglia assoluta)
- 1% dell’esposizione complessiva (soglia relativa). 

"Attraverso queste nuove regole europee, superate le soglie, parte il conteggio dei 90 giorni consecutivi di scaduto, oltre i quali il cliente è considerato in default - chiarisce Luciano Vazzano, Segretario CNA Imperia - ed è fondamentale dunque approfondire la conoscenza delle conseguenze concrete della nuova regolamentazione e quali gli effetti, in particolare, su imprese e liberi professionisti".

L’appuntamento ha infine affrontato il tema del Superbonus 110% e degli altri bonus fiscali, un approfondimento sulle soluzioni per privati e condomini, che maturano il credito di imposta, ma soprattutto per le imprese che svolgono gli interventi edilizi beneficiari del Superbonus o che hanno convenuto lo 'sconto in fattura' con i committenti.

"Il patrimonio edilizio da rendere efficiente nella nostra provincia, sia strutturalmente che energeticamente è notevole - continua Luciano Vazzano - e questa misura può ridare un impulso importante ed aprire nuove possibilità per un comparto che da decenni è caratterizzato da evidenti difficoltà. Occorrono però competenza e tempestività: non possiamo permetterci di perdere questa opportunità, ma molto dipende dalla volontà delle imprese coinvolte di formarsi rapidamente e soprattutto di creare un sistema capace di metterle in rete in modo da avere quel ruolo che spetta loro all’interno di un mercato in forte espansione".

Due le linee dedicate da Banca Carige:
- l’acquisto dei crediti fiscali derivanti da SUPERBONUS 110%, recupero del patrimonio edilizio, Bonus facciate, efficienza energetica ECOBONUS e misure antisismiche SISMABONUS;
- il finanziamento diretto ai soggetti interessati per dare liquidità immediata i cosiddetti finanziamenti "ponte" per famiglie, imprese e condomìni.

"Il prolungarsi della crisi sanitaria determinata dal Covid-19 continua a incidere negativamente sulle attività di impresa e allontana per molte di esse la ripresa. Tale grave situazione ha evidenti rilevanti impatti economici e sociali. È quindi indispensabile sostenere le imprese, evitando che esse perdano capacità produttiva: occorre creare i presupposti sulla base dei quali le attività, una volta terminata l’emergenza sanitaria, abbiano le capacità, anche finanziarie, per riattivare rapidamente la produzione e contribuire alla crescita economica del Paese. E la CNA, come sempre, farà la propria parte, mettendo a disposizione la conoscenza delle imprese e dei loro bisogni ed il valido supporto di primari Istituti di credito, con i quali instaurare un dialogo costruttivo e privilegiato" conclude Vazzano. 

Le filiali di Banca Carige e gli uffici di CNA sono a disposizione delle imprese interessate per fornire tutte le informazioni necessarie sulle tematiche presentate.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU