Eventi - 20 gennaio 2021, 14:01

Oggi riunione in Prefettura con la Rai: presentata la bozza operativa e nessuna certezza in merito alla presenza del pubblico

Il Prefetto Intini è intervenuto sull'eventuale presenza di pubblico sia in sala che all'esterno: “Non c'è alcuna ipotesi di presenza né pagante, né su inviti”

Oggi riunione in Prefettura con la Rai: presentata la bozza operativa e nessuna certezza in merito alla presenza del pubblico

Non è stata una riunione operativa, quella di oggi tra Rai Pubblicità e Prefettura, alla presenza delle forze di Polizia. Un incontro voluto dall’ente di Stato con la rappresentanza del Governo in provincia, vista soprattutto la difficile situazione sanitaria, dettata dalla pandemia da Covid-19. Non sono emerse ancora certezze anche se la Rai, pur confermando la data prevista dal 2 al 6 marzo, non ha escluso la possibilità di un eventuale slittamento.

Nei giorni scorsi si era fatto un gran parlare della data del Festival, soprattutto in funzione del nuovo Dpcm che scade il 5 marzo, proprio in corrispondenza della settimana in cui si svolge la kermesse canora. Oggi i dirigenti Rai hanno confermato al Prefetto di voler rispettare la data ma, se si dovessero presentare nuove problematiche relative alla crisi sanitaria, sono pronti ad un eventuale rinvio.

Nel corso dell’incontro, come confermatoci dal Prefetto Alberto Intini, la Rai ha confermato di aver abbandonato l’idea della ‘nave bolla’ e di aver parlato della possibilità di una ‘zona rossa’ nel centro della città: “Quello di oggi è stato un primo abboccamento – ha detto il Prefetto – ma, al momento si tratta solo di un’ipotesi ed è prematuro parlarne. Oggi noi stiamo parlando di un’organizzazione che viene pensata con un Dpcm che ci vede in zona ‘arancione’ ma che potrebbe cambiare nei prossimi giorni”.

Rai Pubblicità ha portato oggi in Prefettura una bozza preliminare delle intenzioni della tv di Stato per l’organizzazione del Festival nella città di Sanremo: “I dirigenti della Rai ci hanno confermato di voler proporre una manifestazione che mantenga la kermesse canora, ma sempre nel pieno rispetto delle normative sanitarie”. Nei prossimi giorni si terrà un altro incontro, per il quale la Prefettura convocherà anche l’Amministrazione comunale e gli ‘attori’ protagonisti a livello locale, tra cui le categorie interessate alla manifestazione.

La nota Ansa diffusa in serata riporta poi le parole del Prefetto in merito alla presenza del pubblico“Una cosa è certa, scontata per loro e per noi: non sarà un evento pubblico e questo è evidente. L'attuale Dpcm, in vigore fino a 5 marzo, al massimo resterebbe fuori soltanto la serata finale del 6, non consente spettacoli aperti al pubblico nei teatri e nei cinema anche all'aperto. Quindi, non c'è alcuna ipotesi di presenza di pubblico né pagante, né su inviti".

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU