Politica - 17 settembre 2020, 12:38

Elezioni Regionali: strade provinciali chiuse a ottobre, Berrino (FDI) "Così l'entroterra muore e non si fa turismo"

Un commento forte diretto alla Provincia dopo la comparsa dei cartelli che decretano chiusura di alcune strade dal 15 ottobre. "La Valle Argentina, la valle Arroscia e la Val Nervia rischiano di essere completamente isolate".

Elezioni Regionali: strade provinciali chiuse a ottobre, Berrino (FDI) "Così l'entroterra muore e non si fa turismo"

"L'entroterra senza strade muore. Il turismo nell'entroterra senza strade non si fa". 

L'ha detto Gianni Berrino, assessore regionale uscente e candidato per Fratelli d'Italia alle elezioni regionali per la Liguria, del 20 - 21 settembre. Berrino conosce bene e vive l'entroterra dove in questi anni da amministratore regionale ha avviato rapporti con le numerose amministrazioni dei borghi e dove si diletta nel tempo libero con la mountain bike. 

La viabilità nelle vallate è sempre un tema di attualità, a maggior ragione in queste settimane, da quando sono comparsi i cartelli posizionati dalla Provincia che rispetto agli anni scorsi, anticipano a ottobre, la chiusura di alcune vie di collegamento. "La Valle Argentina, la valle Arroscia e la Val Nervia rischiano di essere completamente isolate nel periodo invernale. Ci sono i cartelli messi dalla provincia che dal 15 ottobre le strade di Passo Teglia e Colle Langan chiuderanno fino al 15 maggio. Come si può far turismo con le strade chiuse? - si chiede Berrino - Come si può pretendere che le persone continuino a vivere nell'entroterra con strade di collegamento così importanti, da Molini di Triora a Rezzo e Molini di Triora a Pigna, chiuse perchè la provincia non fa la gara d'appalto per lo spargimento del sale?"




"Tra poco partiranno i lavori per ripristinare il lato di Pigna della Pigna Langan con oltre 200mila euro stanziati dalla Regione per riparare la grossa frana di anni fa. Finito quel lavoro dobbiamo pretendere che le strade siano aperte. - aggiunge - Spero che la Provincia torni presto sui propri passi, elimini quel divieto assurdo e apra le strade perchè così si garantiscono spostamenti, turismo e ricchezza. Così che i turisti possano vedere questa magnifica parte del nostro entroterra".

Recentemente Berrino ha ottenuto anche i complimenti da Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d'Italia in un'intervista a un quotidiano ha sottolineato come in Liguria si sia fatta la differenza su trasporti e turismo, due delle deleghe di Berrino, in questi 5 anni da assessore nella giunta del presidente Giovanni Toti. "Mi fa molto piacere che ieri Giorgia Meloni in una sua visita a Genova abbia reputato molto positivo il lavoro fatto da Fratelli d'Italia in questi anni di governo regionale nel trasporto e nel turismo, quindi nelle materie di cui mi sono occupato direttamente. In questi ultimi giorni di campagna elettorale si spingerà naturalmente l'acceleratore per prendere più voti e preferenze possibili ma comunque l'apprezzamento fa morale e piacere, come sunto e chiusura di questi 5 anni di grande lavoro fatto in Regione Liguria" - conclude Gianni Berrino. 

C.P.E.

Ti potrebbero interessare anche:

SU