/ Eventi

Eventi | 14 luglio 2020, 07:21

Rally di Sanremo: nel 2020 c'è l'attesa per il 'moderno' di ottobre mentre ad aprile 2021 si tenta il doppio weekend

Le due gare potrebbero essere proposte nei due weekend immediatamente successivi alla Pasqua, che il prossimo anno cadrà il 4 aprile. Organizzare due gare così importanti in weekend troppo distanti avrebbe costi elevati mentre, proporle ad una settimana l’una dall’altra li farebbe calare.

Rally di Sanremo: nel 2020 c'è l'attesa per il 'moderno' di ottobre mentre ad aprile 2021 si tenta il doppio weekend

Lavoro su due fronti per l’Automobil Club del Ponente Ligure per le prossime gare che si svolgeranno o dovrebbero svolgersi nella nostra provincia. Dopo l’annullamento del ‘Rally Storico’ e del ‘Palme’ che erano previsti per il mese di marzo scorso e che sono saltati per l’emergenza Covid-19, ora gli obiettivi sono puntati verso ottobre, quando (il 2 e 3) si disputerà la prova di Campionato italiano del cosiddetto rally ‘moderno’.

La federazione, infatti, ha concentrato il calendario del campionato tricolore per la fine dell’anno e, tra le prove in programma c’è il Rally di Sanremo che, eventuali ulteriori emergenze permettendo, vedrà nuovamente rombare le auto sulle strade del nostro entroterra. La gara vedrà le ricognizioni giovedì, le verifiche e lo shake down il venerdì con la gara fissata per il sabato e l’arrivo intorno alle 20.

La federazione ha mantenuto praticamente tutte le gare, partendo da Roma a fine luglio con due avvenimenti, seguiti dal Ciocco, Targa Florio, il Sanremo, Verona e il ‘Tuscan’. Solo una gara è saltata e, quindi, il campionato si svolgerà in modo quasi totale. Ovviamente servirà seguire una serie di protocolli per garantire la sicurezza in chiave Coronavirus, anche se ovviamente da qui a ottobre si spera possano cambiare (in meglio) le cose.

Si stanno infatti svolgendo delle gare in cui le autorizzazioni sono piuttosto accondiscendenti mentre altre in cui viene totalmente vietata la presenza di pubblico, anche se non è certo facile chiudere interamente le montagne dove si svolgono le prove e dove potrebbero trovarsi anche persone non interessate al rally. Intanto la Federazione nazionale ha chiesto al Ministero di promulgare una circolare in merito che possa essere univoca per tutte le gare.

Per quanto riguarda lo storico, invece, questo è stato rinviato alla prossima stagione, visto che la gara era stata assegnata a Sanremo ma a novembre, quando ci potrebbero essere problemi dettati dal rischio ghiaccio e con molti alberghi che dovrebbero essere chiusi.

Per il 2021 è stata già confermata dalla federazione la validità italiana ed europea del Rally Storico mentre l’Automobil Club sta pensando anche a fare un tentativo per passare il rally ‘moderno’ alla validità continentale. Le due gare potrebbero essere proposte nei due weekend immediatamente successivi alla Pasqua, che il prossimo anno cadrà il 4 aprile. Organizzare due gare così importanti in weekend troppo distanti avrebbe costi elevati mentre, proporle ad una settimana l’una dall’altra li farebbe calare.

Mentre si continua a parlare dei problemi di traffico sulle autostrade, quindi, a Sanremo si lavora per ritornare alla ‘normalità’ per quel che riguarda le manifestazioni. Ed i rally, per la città dei fiori, sono sempre stati importanti in chiave turistico-commerciale. A ottobre si attende così il campionato italiano mentre, il prossimo anno si potrebbe avere l’accoppiata storico-moderno, strizzando l’occhiolino a ad un europeo che manca (per le auto nuove) da diversi anni.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium