Attualità - 04 luglio 2020, 18:28

Turismo e commercio: le spiagge stanno lavorando solo nei weekend, arrivano i turisti da fuori ma sono pochi i 'locali'

Il calo del lavoro è quantificabile tra il 40 ed il 60% a seconda degli stabilimenti mentre nei due giorni di weekend i conti sono stazionari e, in alcuni casi addirittura superiori a quelli dello scorso anno.

Turismo e commercio: le spiagge stanno lavorando solo nei weekend, arrivano i turisti da fuori ma sono pochi i 'locali'

“Il grosso del lavoro c’è solo il sabato e la domenica”: è questo il refrain che si sente parlando con i gestori delle spiagge, libere e private, di Sanremo, al termine dei primi giorni di lavoro appena iniziata l’estate.

Come era prevedibile, al momento non si registrano importanti presenze tra il lunedì e il venerdì visto che i turisti non hanno giorni a disposizione per poter godere delle belle giornate che sono trascorse, ma concentrano i loro momenti di relax in spiaggia il sabato e la domenica. Il calo del lavoro è quantificabile tra il 40 ed il 60% a seconda degli stabilimenti mentre nei due giorni di weekend i conti sono stazionari e, in alcuni casi addirittura superiori a quelli dello scorso anno.

Nei fine settimana sono moltissimi i turisti che arrivano da Piemonte e Lombardia mentre, in alcune spiagge viene segnalato un calo vistoso delle presenze locali. Non si conoscono le motivazioni che, però, potrebbero anche risiedere nel timore dei contagi. Molti anche i francesi che, sempre nei weekend, trascorrono le giornate sulle nostre spiagge a conferma dell’interesse dei turisti transalpini per le vacanze sulla riviera ligure di ponente.

C’è fiducia, tra gli operatori per un deciso aumento del lavoro ad agosto e confidando che saranno in pochi a scegliere mete turistiche fuori dal nostro paese. Le prenotazioni per luglio e agosto sono buone e potrebbero decisamente migliorare nei prossimi giorni, quando molti turisti decideranno il da farsi per i mesi clou della stagione.

Apprezzamenti, da parte dei turisti e dei bagnanti locali, per l’impegno dei gestori nel distanziamento degli ombrelloni, anche se ovviamente diventa difficile controllare le zone libere dove gli assembramenti (che al momento, lo ricordiamo, sono ancora vietati) sono purtroppo all’ordine del giorno: “Nei bar la situazione è buona – ci hanno detto i gestori – e le normative vengono rispettate”.

Qualche lamentela è stata espressa per la tardiva decisione di poter allestire i campi da beach volley: essendo vietato fino a pochi giorni fa i gestori hanno preferito allargare ombrelloni e lettini, privilegiando ovviamente la sicurezza.

Intanto i gestori delle spiagge libere di Sanremo si sono visti con l’Assessore al Bilancio e gli uffici competenti al Demanio, per trovare alcuni aiuti, che potranno essere però quantificati a fine agosto. Pur con un cauto ottimismo per il clou della stagione, i balneari sono preoccupati, sia per il proprio lavoro che per i dipendenti.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU