Politica - 03 luglio 2020, 14:51

Ventimiglia: interrogazione del neo Consigliere Gabriele Sismondini sulla privatizzazione del ‘Saint Charles’ di Bordighera

Altri due documenti sono stati inviati al Sindaco su tempi più ristretti per la manutenzione delle strade e sugli abbonamenti della stagione teatrale non rimborsati.

Gabriele Sismondini

Gabriele Sismondini

Interrogazione del neo Consigliere comunale di Ventimiglia, Gabriele Sismondini, in relazione alla privatizzazione dell’ospedale ‘Saint Charles’ di Bordighera.

L’esponente di opposizione ha sottolineato al Sindaco della città di confine come, durante il periodo di emergenza Covid-19, il Saint Charles sia stato estremamente utile ai fini dell’organizzazione dei reparti di tutta la Asl 1 in quanto è stato in grado di ospitare temporaneamente i reparti di oncologia ed ortopedia: “Considerato che l’ospedale di Bordighera è da sempre un punto di riferimento importantissimo per i cittadini di Ventimiglia e di tutto il comprensorio e viste le dichiarazioni del presidente Toti del 20 giugno scorso sulla firma per l’inizio dell’iter di privatizzazione, Sismondini pone una serie di domande.

Vista la carenza di medici, come riusciranno i privati a compensare questa mancanza? Cosa implica questa privatizzazione? A che punto sono le trattative? Cosa cambierà per i cittadini del comprensorio? Tornerà il pronto soccorso a seguito della privatizzazione come richiesto dal bando? Se verrà privatizzato, in caso di una ipotetica futura pandemia, potrà essere utilizzato come nel periodo di emergenza covid 19?

“I reparti esistenti ad oggi nella struttura del Saint Charles – prosegue Sismondini - sono: cure intermedie (futura Ortogeriatria) che ha di fatto cancellato il reparto Medicina, Fisiatria. I servizi che l’ospedale presenta, ad oggi sono: radiologia, laboratorio analisi e punto di primo intervento. La Regione, a febbraio 2018 ha aperto una gara per l'affidamento del Saint Charles che prevede che il concessionario offra: pronto soccorso e di conseguenza una terapia sub-intensiva, chirurgia, ortopedia, raggruppamento degli ambulatori di Ventimiglia e Bordighera e creazione di un ‘Palazzo della salute’, radiologia e dialisi (servizio extraospedaliero)”.

“I problemi – Sismondini - potranno derivare dalla carenza di medici in tutta la Asl 1 (moltissimi fanno straordinari o turni a gettone per coprire i turni) e considerato che nessuno dei medici che esercitano a Bordighera è mai stato contattato dal gruppo Iclas/Villa Maria (possibile acquirente). Viste le condizioni dell’ospedale di Ventimiglia, con un piano inagibile e il conseguente inutilizzo di gran parte della struttura, con probabile volontà da parte di Asl 1 di chiudere lo stabile e restituirlo al legittimo proprietario (comune di Pigna). Senza dimenticare l’afflusso di persone maggiore nella nostra zona in particolar modo durante la stagione estiva. I cittadini devono essere assolutamente informati”.

Sulla manutenzione strade il consigliere comunale chiede di intervenire nei tempi più ristretti possibili presso gli organismi competenti affinché tale situazione di degrado venga risolta con un intervento di pulizia (l’interpellanza a questo link).

Per la stagione passata del teatro comunale Sismondini in che modo possano essere rimborsati i cittadini muniti di abbonamento stagionale 2019/2020 (l’interpellanza a questo link).

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU