Attualità - 01 luglio 2020, 10:25

I nostri colori per dirvi grazie: il progetto dell’I.C.Littardi di Imperia con l'Asl 1 dedicato ai bambini

L’iniziativa, ha visto protagonisti i bambini dai 3 ai 6 anni della Scuola d’Infanzia di Piani, autori di una quindicina di disegni realizzati per ringraziare il personale sanitario impegnato durante l’emergenza Coronavirus.

I nostri colori per dirvi grazie: il progetto dell’I.C.Littardi di Imperia con l'Asl 1 dedicato ai bambini

Cuori, arcobaleni e tanta fantasia: sono questi gli ingredienti del progetto “I nostri colori per dirvi grazie” promosso dall’Istituto Comprensivo Littardi di Imperia in sinergia con l'Asl 1 Imperiese. L’iniziativa, ha visto protagonisti i bambini dai 3 ai 6 anni della Scuola d’Infanzia di Piani, autori di una quindicina di disegni realizzati per ringraziare il personale sanitario impegnato durante l’emergenza Coronavirus.

Il progetto, nato dall’intuizione della maestra Catia Puletti e sviluppato dalle insegnanti della Scuola dell’Infanzia di Piani, si è inserito nello spirito di condivisione alla base dell’iniziativa di ASL1 “@raccontaci” offrendo ai piccoli alunni un’altra occasione creativa ed educativa durante le settimane di didattica a distanza.

L’intento delle maestre è stato infatti quello di far sentire i bambini desiderati, accolti, ascoltati, sostenuti ed incoraggiati e allo stesso tempo si è posto l’obiettivo di far loro comprendere il valore inestimabile della gratitudine. I disegni realizzati dai bimbi sono stati pubblicati sul sito di ASL1 in un’apposita sezione dedicata con un video di spiegazione delle insegnanti (Link: https://www.asl1.liguria.it/tutte-le-comunicazioni/787-disegni-scuola-infanzia-piani-littardi.html)

Ringraziamo i bambini, le famiglie ma soprattutto le maestre per aver avuto la sensibilità e l’idea di realizzare un progetto dedicato ai più piccoli capace di unire la scuola al mondo della sanità. – afferma il Direttore Generale di ASL1, Marco Damonte Prioli - La gratitudine espressa nei confronti di medici, infermieri e operatori sociosanitari, oltre a scaldarci il cuore, colora con la fantasia un periodo lungo e difficile che ha visto impegnato tutto il nostro personale in prima linea sia negli ospedali che sul territorio”.

Abbiamo creduto molto in questo percorso che talvolta ha vissuto delle complessità dovute alla sospensione delle attività didattiche in presenza ma il nostro entusiasmo è sempre stato vivo nel pensarlo realizzato. – raccontano le maestre – Il progetto è stato veicolo per cercare di elevarci oltre l’isolamento sociale nel quale abbiamo vissuto e soprattutto hanno vissuto i nostri bambini, ed al contempo è un lavoro che potrà restare nel tempo, costituendo una piccola fotografia della nostra Comunità scolastica durante l’emergenza sanitaria. Vivi sono i nostri ringraziamenti alle famiglie ed ai bambini che hanno partecipato con tanto calore, ma anche all’Asl che ci ha accolti in seno alla lodevole iniziativa. I nostri sentiti ringraziamenti vanno anche alla Dirigente Dr.ssa Caterina La Russa, la quale sin da subito ha sponsorizzato e sostenuto con vera partecipazione il progetto perché, come dice Cicerone, "La Gratitudine è non solo la più grande delle Virtù, ma la madre di tutte le altre", da essa dipende il modo di agire nel mondo insieme agli altri”.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU