Eventi - 24 giugno 2020, 07:11

Sanremo: affidato al personale della Sinfonica il servizio di sicurezza anti Covid per gli spettacoli a Villa Ormond

L'Orchestra ha intanto previsto 10 concerti tra luglio e settembre, con un massimo di 20 professori ad esibirsi e 134 spettatori come tetto massimo.

Un concerto della Sinfonica a Villa Ormond l'estate scorsa

Un concerto della Sinfonica a Villa Ormond l'estate scorsa

Sarà presentata venerdì prossimo la stagione concertistica dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, insieme agli altri appuntamenti e spettacoli che si svolgeranno a Villa Ormond. Già nei giorni scorsi avevamo parlato della possibilità di organizzare alcuni momenti di spettacolo in luoghi all’aperto, ovviamente nel rispetto delle normative anti Covid-19.

Sarà proprio la Sinfonica ad occuparsi della regolamentazione delle procedure di sicurezza e delle linee guida sulla protezione e trattamento degli spettatori. La Fondazione, oltre ad occuparsi dei 10 concerti, fornirà il personale tecnico e le attrezzature di sanificazione e di pulizia, ma anche la parte degli steward, per la ricezione del pubblico, in occasione degli spettacoli di Villa Ormond.

Il Comune matuziano, anche in virtù del fatto che la Sinfonica ha già studiato i protocolli necessari, si affiderà quindi al personale ed alla professionalità della Fondazione. Sono stati elaborati dei protocolli che riguardano le sedute, il distanziamento del pubblico e dei professori d’orchestra, la sanificazione e la misurazione della febbre. Tutte operazioni obbligatorie secondo le normative ministeriali.

La Sinfonica ha previsto 10 concerti, tra luglio e settembre, tutti a Villa Ormond e saranno ad ingresso gratuito. Il pubblico dovrà prenotare il posto per seguirli e dovrà fornire i dati che verranno conservati per 14 giorni. In occasione dei concerti il pubblico non potrà superare le 134 unità mentre dovranno essere stabilite per gli altri spettacoli che, oltre che a Villa Ormond verranno organizzati anche a Villa Nobel.

Il ciclo di concerti della Sinfonica è un modo per rispondere agli spettatori che non hanno potuto usufruire degli abbonamenti ma anche per garantire un’offerta turistica in un momento difficile per tutto il turismo. I concerti sono starti arrangiati appositamente per un organico più ridotto rispetto al normale, con un massimo di 20 professori d’orchestra.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU