/ Tennis

Tennis | 06 febbraio 2020, 13:13

Bordighera: Fiorello Vs Sinner al 'Piatti Center' parla solo di Inter "Mi sono dovuto ricredere su Lukaku" (Foto e Video)

"A me piace molto anche Fognini, perché è un talento straordinario con dei colpi che solo lui riesce a fare, lasciando fermi gli avversari”. Devi migliorare un po’ il rovescio: “Se vengo a Bordighera devo migliorarlo assolutamente”.

Bordighera: Fiorello Vs Sinner al 'Piatti Center' parla solo di Inter "Mi sono dovuto ricredere su Lukaku" (Foto e Video)

Ama il tennis e gioca in ogni momento libero. Rosario ‘Tindaro’ Fiorello si è presentato questa mattina, come annunciato ieri sia in conferenza stampa che sul palco dell’Ariston, al ‘Piatti Center’ di Bordighera, struttura avveniristica che ospita moltissimi campioni della racchetta, per fare qualche scambio con Jannik Sinner, astro nascente del tennis italiano, anche lui un habituèe del Piatti.

E’ arrivato di buon ora, visto che si alza comunque presto anche se ieri al termine della seconda serata del Festival è andato a dormire verso le 3. Qualche scambio di battute all’ingresso è poi via, al campo A sotto il pallone tensostatico. Suo ‘sparring’ uno dei maestri della struttura, in attesa del tennista altoatesino, arrivato verso le 10.30. Una quarantina di minuti di scambi, nei quali Fiorello ha esibito un buon dritto ma un rovescio ed una battuta ancora da rivedere.

Quindi la doccia e giusto il tempo per uno scambio di battute con i giornalisti. Non si parla di Festival ma solo di sport e di Inter: “Devo fare un mea culpa perché quando hanno preso Lukaku avevo storto il naso ed invece mi sono dovuto ricredere”. Eri certo che Djokovic sarebbe tornato al numero uno? “Senza dubbio perché è un vincente per natura, come Sinner, hai visto? Giocava contro una pippa come me ma intanto prendeva la palla sempre e la mandava di là. Sono persone nate per vincere. A me piace molto anche Fognini, perché è un talento straordinario con dei colpi che solo lui riesce a fare, lasciando fermi gli avversari”. Devi migliorare un po’ il rovescio: “Se vengo a Bordighera devo migliorarlo assolutamente”.

Alla fine c’è anche il tempo per un piccolo omaggio del Sindaco di Bordighera, Vittorio Ingenito, insieme al suo vice Bozzarelli ed all’Assessore Gnutti. Per Fiorello la maglietta e la borraccia ‘griffate’ con il logo della città delle palme.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium