Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Politica | 18 febbraio 2020, 12:52

Orchestra Sinfonica Sanremo, Salvatore (M5S): "Garantiamo il futuro dell'Orchestra matuziana, eccellenza nazionale"

"La Sinfonica di Sanremo è l’unica della nostra regione fra le 14 Istituzioni Concertistico Orchestrali (ICO) d’Italia e nonostante ciò continua a essere mal pagata in barba all'eccellenza e professionalità dei suoi componenti"

Alice Salvatore

Alice Salvatore

"Lo scorso 4 febbraio, all'alba del 70esimo Festival di Sanremo che ha tenuto milioni di italiani davanti agli schermi, è uscita un'esclusiva di 'Informazione Senza Filtro': dietro lo sfavillio della kermesse, la triste realtà della professionalità umiliata degli orchestrali della Sinfonica di Sanremo", dichiara la capogruppo regionale e candidata alla presidenza della Regione Liguria, Alice Salvatore, che poi ricorda: "L'Orchestra Sinfonica di Sanremo è l’unica della nostra regione fra le 14 Istituzioni Concertistico Orchestrali (ICO) d’Italia e nonostante ciò continua a essere mal pagata in barba all'eccellenza e professionalità dei suoi componenti: è infatti quella che riceve i finanziamenti più bassi".

"Le luci e il lusso del palco dell'Ariston - continua - stridono con il ridicolo finanziamento che la Regione Liguria stanzia annualmente alla Sinfonica. Davvero triste che questa maggioranza, indaffarata nella sua perenne campagna elettorale ma al contempo perfettamente a conoscenza dei sacrifici richiesti agli orchestrali, abbia sfilato sorridente all’Ariston come se nulla fosse. Come se non sapessimo tutti che per il Festival di quest'anno solamente un quarto dei musicisti ha accettato di partecipare a causa di un compenso inadeguato".

"Regione ci dica perché stanzia annualmente una cifra inferiore ai 150.000 euro nonostante la decurtazione che i dipendenti dell'orchestra, con altissimo senso del lavoro e della professionalità, si sono autoimposti. E ci dica se è vero che la Sinfonica, eccellenza regionale, non gode, come invece dovrebbe, di finanziamenti o di promozioni fuori dalla regione Liguria per la propria attività".

"A questo proposito, ricordiamo alla Giunta in altre Regioni italiane le somme impiegate per valorizzare le orchestre sinfoniche sono di gran lunga superiori. La Regione Marche, ad esempio, che come noi ha un milione e mezzo di abitanti, stanzia più del triplo della Liguria. E che dire della Regione Abruzzo? Ha addirittura una popolazione inferiore rispetto a quella ligure (pari a un milione e trecentomila abitanti), eppure eroga il quadruplo della nostra Giunta regionale".

"L'assessore competente Cavo anche oggi, esattamente come fece un anno fa, ha snocciolato la sua verità. Una non-verità, a ben vedere, che ancora una volta non risolve il problema. Di fatto resta che il Comune di Sanremo deve far fronte al 70% dei costi della Sinfonica, mentre la Giunta Toti si ferma al 30%. Un'evidente assurdità, se confrontiamo il rapporto di forza tra una Regione e un Comune di medie dimensioni qual è Sanremo. Siamo alle solite: la Giunta sfrutta la vetrina del Festival per il proprio tornaconto elettorale, dimenticando (volutamente?) che fa troppo poco per salvaguardare quella che è un'eccellenza nazionale, oltre che un presidio culturale".

C.S.

Videogiornale TG24

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

martedì 31 marzo
lunedì 30 marzo
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium