Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

Politica | 20 ottobre 2019, 07:21

“Alpazur culla berceau d'Europa”: il nuovo libro del dottor Enrico Berio con documenti inediti

Nel libro viene citato il celebre consiglio comunale di Sanremo del 3 febbraio 1923 in cui venne avanzata la proposta di indire un convegno di studio per trattare la questione, deliberata alla unanimità dal Consiglio Comunale matuziano.

“Alpazur culla berceau d'Europa”: il nuovo libro del dottor Enrico Berio con documenti inediti

Classe 1922, 60 anni di attività nel Movimento Federalista Europeo, oltre 18 libri pubblicati, l'ultimo appena tre mesi fa, convegni e collaborazione con ricerca, studi e storia quello di Enrico Berio: l'unione ligure-piemontese e la nascita di Alpazur con la creazione del suo giornalino bilingue sostenuto dall' Ente Provinciale del Turismo di Imperia, un progetto ambizioso, studiato nei dettagli e sottoposto a sondaggi e autorità.

Nel suo ultimo libro “Alpazur culla berceau d'Europa”, pubblicato con il contributo dell' Opera Don Orione di Sanremo, il progetto Alpazur viene spiegato dettagliatamente attraverso ricerche storiche, documenti ufficiali, cartografie, immagini e numerosi episodi politici del passato, che portano alla luce come tale idea abbia radici molto più lontane.

L'opera è mirata a far comprendere l'importanza di una nuova regione dove confluiscano la Liguria e il Piemonte, suddivisa in quattro Province Dipartimentali di cui quella delle Alpi Marittime formata dalle attuali Province di Cuneo, Imperia e Savona nella prospettiva di futuro ampliamento al Departement Alpes Maritimes di Nizza sulla base delle già esistenti norme della Comunità Europea per la creazione di EURO REGIONI come potrebbe essere quella dell' Alpazur. Il che gioverebbe non solo da un punto di vista economico, ma anche e soprattutto come espressione dei propri cittadini.

Le teorie esposte affondano la loro nascita nel 1753 quando la rivolta contro i genovesi oppressori fiscali di Sanremo portò ad una prima richiesta forzata della città dei fiori a distaccarsi da Genova per unirsi allo Stato Sabaudo retrostante.

Successivamente altri episodi portarono i sanremesi e poi tutta la provincia e la riviera dei fiori a battersi per la creazione della Provincia Dipartimentale delle Alpi Marittime.  Nel frattempo questi eventi hanno avuto sempre maggiore eco fino a giungere a vere proposte di legge, adeguate negli anni alle situazione geopolitiche che erano venute e crearsi.

Ciò che dona al libro “Alpazur culla berceau d'Europa” un valore aggiunto, è stata l'intuizione di ritrovare documenti originali che testimoniano, tra gli altri, un incontro ad Albenga del 14 luglio 1995 in cui il Senatore Andrea Guglieri presentò le sue proposte di legge per la “Provincia Lunga” e quelle assieme con i colleghi senatori Rosso di Cuneo e Cappelli di Savona, per la Regione Alpi Azzurre convalidata da altra analoga dei deputati Caselli e Miroglio, cuneesi, e dall'imperiese Latronico portata una sola volta in lettura alla Camera per il suo scioglimento di poco successivo.

In particolare nel libro viene citato il celebre consiglio comunale di Sanremo del 3 febbraio 1923 in cui venne avanzata la proposta di indire un convegno di studio per trattare la questione, deliberata alla unanimità dal Consiglio Comunale matuziano.

L'appello di Enrico Berio e il fine del suo libro è proprio quello di ripartire dalla decisione del Consiglio Comunale di 96 anni fa e lanciare un appello a tutte le autorità costituite affinché Alpazur e le sue idee possano diventare una realtà.

Chissà quale potrebbe essere il pensiero al riguardo delle attuali autorità politiche sanremesi e imperiesi, quasi 100 anni dopo.

L'illustrazione è di Giorgia Corradi.

In allegato la proposta di legge dei Deputati Caselli,Miroglio e Latronico.

Files:
 progetto alpi azzurre (122 kB)

Stefania Orengo

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

mercoledì 20 novembre
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium