Leggi tutte le notizie di SALUTE E BENESSERE ›

POLITICA | 25 giugno 2019, 07:21

Bordighera: nuova scuola di via Napoli, l’ex Assessore Mariella “La svolta epocale è stata data da noi, portano avanti un nostro progetto”

"Apprendo con piacere la volontà dell’attuale amministrazione Ingenito di portare avanti un progetto attivato da noi, l’unico direi, visto che tutti gli altri sono stati di fatto smantellati.”

Bordighera: nuova scuola di via Napoli, l’ex Assessore Mariella “La svolta epocale è stata data da noi, portano avanti un nostro progetto”

“La svolta epocale l’abbiamo data noi sfidando tutto e tutti con l’idea di creare una nuova scuola in via Napoli, l’iter di questo progetto è iniziato con la precedente Amministrazione nell’intento di dare alla città, ma soprattutto ai bambini, una struttura scolastica di nuova generazione e soprattutto sicura.” A dirlo è Margherita Mariella, consigliere comunale d’opposizione ed ex Assessore del Comune di Bordighera che ha seguito fin dall’inizio il progetto della nuova scuola di via Napoli e, con l’ex primo cittadino, Giacomo Pallanca e la sua Amministrazione, ha avviato l’iter per la costruzione del nuovo edificio. 

“Alla luce di quanto dichiarato - spiega Margherita Mariella - sarebbe interessante fare alcune precisazioni in merito alla scelta di realizzare un edificio scolastico su un unico piano, nonché ai materiali. Noi avevamo pensato ad una struttura capace di ospitare circa 200 bambini, su due livelli, mi chiedo ora su quali parametri abbiano deciso di tarare la scuola, vista la decisione di fare un solo piano.” 

Per quanto riguarda i materiali con cui sarà costruita la scuola l'ex Assessore Mariella fa alcune precisazioni: "Non è l'attuale Amministrazione che ha optato per 'nuovi sistemi costruttivi innovativi ad alti standard prestazionali, quali le strutture orizzontali e verticali in legno lamellare e pareti in legno perimetrali', ma questi sono stati indicati da noi già all'interno del bando, proprio con l'intento di creare una struttura di nuova generazione e proiettata nel futuro." 

Tra le problematiche rilevate dall’ex Assessore Mariella anche quella della contemporaneità dei cantieri che riguardano gli interventi sugli edifici scolastici cittadini che, di fatto, renderà necessario lo spostamento dei bambini in altre strutture per consentirne il completamento, questo sia per quanto riguarda le scuole di via Napoli che di via Pelloux: “Mi chiedono inoltre come abbiano pensato di far fronte a questa necessità - continua Margherita Mariella - la precedente Amministrazione aveva fatto uno studio sui prefabbricati che avrebbero potuto momentaneamente ospitare i bambini per un anno, parliamo di preventivi di circa 240 mila euro, ai quali si aggiunge anche la necessità di trovare loro una collocazione. In via preventiva avevamo chiesto anche alla madre superiora di Villa Palmizi la possibilità di trasferire temporaneamente i bambini nella loro struttura, ma non trovammo parere favorevole vista la necessità da parte loro di adeguare dal punto di vista sismico l’edificio. Questa è una problematica di cui tenere conto." 

Un progetto, quello della scuola di via Napoli, approvato si, ma che di fatto porta con sé anche la necessità di far fronte ad alcune difficoltà che si presenteranno al fine di garantirne la sua realizzazione: “Al netto di tutte le criticità indicate - conclude Margherita Mariella - apprendo con piacere la volontà dell’attuale amministrazione Ingenito di portare avanti un progetto attivato da noi, l’unico direi, visto che tutti gli altri sono stati di fatto smantellati.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

giovedì 18 luglio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium