FASHION - 12 maggio 2019, 09:00

Cristiano Ferilli, pugliese venticinquenne, laureato in ortottica e diplomato ottico è da sempre appassionato di tutto ciò che riguarda vista e occhiali

Il suo sogno più grande era quello di realizzare una linea di occhiali che portasse il suo stesso nome, così, quando per caso ha scoperto questo materiale in fibra di fico d'india, ha deciso di realizzare una sua linea di occhiali: Ferilli Eyewear.

Cristiano Ferilli, pugliese venticinquenne, laureato in ortottica e diplomato ottico è da sempre appassionato di tutto ciò che riguarda vista e occhiali

Cristiano, classe 1993, nasce e cresce a Giuliano di Lecce, paesino di circa 400 anime, mi dice sconsolato. Frequenta il Liceo ma dopo qualche anno non soddisfacente, si iscrive a Lecce ad una scuola di ottica, dove si diploma. Mi racconta che appena diciottenne, in uno di quei tanti pomeriggi passati a passeggiare a Lecce, si imbatte in uno show room di oggetti e mobili di design, alcuni di questi realizzati in un materiale nuovo e naturale che colpisce la sua attenzione e la sua fantasia. Ma è in seguito ad una visita al Mido (la più grande fiera internazionale dedicato al settore mondiale dell' eyewear ndr.) che si rende conto che per emergere fra un'offerta di design così vasta gli serve un'idea unica e originale.

Anni dopo, in seguito alla laurea in ortottica, Cristiano si ricorda di quel materiale innovativo, il  Sikalindi, che aveva visto per caso in una vetrina. Il Sikalindi è una fibra naturale di fico d'india impiallacciata su legno di betulla, questo materiale lo affascina a tal punto da sceglierlo per realizzare la sua linea di occhiali.

Nasce così Ferilli Eyewear, una linea di occhiali in fibra di fico d'india della quale, al momento, sono stati realizzati 120 pezzi in edizione limitata. La texture naturale della fibra è il vero punto di forza perchè rende l'occhiale un oggetto dal design esclusivo. Questo è un materiale che non è mai stato utilizzato per il settore delle montature, inoltre riesce a conferire unicità e diversità ad ogni pezzo poichè la venatura della fibra è diversa in ogni punto, quindi ogni occhiale è unico.

Inizialmente però ha dovuto affrontare diverse problematiche per realizzare il suo sogno: fra le più ardue certamente ci sono state reperire le risorse economiche per avviare il progetto e superare la diffidenza delle persone con le quali ha lavorato; vendendolo infatti così giovane e ancora studente spesso veniva preso per un sognatore quando dichiarava di voler realizzare un occhiale in fico d'india. Fino a quando l'amico e falegname Massimo Panetti, prende a cuore la realizzazione del sogno di Cristiano e con lui trova il modo di realizzare questo prodotto unico nel suo genere.

Al momento la collezione è composta da tre modelli "pilota" che portano il nome di alcune località del salento: OtrantoSan Gregorio Porto Miggiano. Questa scelta è stata dettata sia da un legame affettivo con questi posti sia per la loro bellezza dal punto di vista paesaggistico. Ogni modello, oltre alla colorazione scura della lente, ha una variante di colorazione che si ispira proprio al posto dal quale prendono il nome.

Il modello  San Gregorio ha una lente blu sfumata di rosso che si ispira ai tramonti che è possibile vedere da questa baia, il modello Otranto ha la variante della lente color Alba (blu sfumata di giallo) ed infine Porto Miggiano che si  ispira al colore verde del suo mare e ha una lente verde con sfumature.

Alla Milano design 13 e il 14 aprile la modella Andrea D'amanzo ha sfilato congiuntamente una creazione della stilista salentina Ivonne Paiano e gli occhiali di Cristiano Ferilli durante la sfilata evento della Fabbica del vapore di Milano.

Il 21 maggio 2019 la linea Ferilli Eyewear sarà a Monaco per concorrere al trofeo degli occhiali in due categorie, "miglior occhiale ecosostenibile" e "miglior montatura da sole uomo 2019".

Un bel traguardo per un ragazzo così giovane che non si è lasciato abbattere da diffidenza, pregiudizio e difficoltà economiche. Una fonte di orgoglio per tutti i suoi concittadini e la dimostrazione che con tenacia e passione anche in Italia il "sogno americano" si può realizzare.

Per chi fosse interessato, al momento questi occhiali sono in vendita solo on line sul sito www.ferillieyewear.com ma Cristiano è alla ricerca di concept store, negozi e boutique per distribuirli in Italia e all'estero.

Per qualsiasi informazione, consiglio o approfondimento, contattami sulla mia pagina Facebook https// www.facebook.com/shoppingforharmony/ visita il mio blog:  http://alessandracanelli.it oppure scrivimi in redazione alla mail fashion@targatocn.it  ! Sarò felice di risponderti! 

Per info whatsapp al 339-3376345

Ferilli Eyewear: photos courtesy of Alessandro Micoccio

Yvonne Paiano dress: photos courtesy of Irene Bertotti

Alessandra Canelli

Ti potrebbero interessare anche:

SU