Eventi - 05 novembre 2019, 18:13

A Ponente Babbo Natale arriverà in treno e farà tappa a Bordighera, Ventimiglia, Vallecrosia e Camporosso con il suo ‘Express’

Questa sera la presentazione dell’evento organizzato da Croce Azzurra Vallecrosia e Associazione Culturale Eventi Benefici con la collaborazione dei quattro Comuni

A Ponente Babbo Natale arriverà in treno e farà tappa a Bordighera, Ventimiglia, Vallecrosia e Camporosso con il suo ‘Express’

Croce Azzurra Vallecrosia, Associazione Culturale Eventi Benefici e i quattro Comuni costieri fanno squadra per dare un volto nuovo al tradizionale arrivo di Babbo Natale. Grazie alla collaborazione tra tutti gli enti e gli organizzatori, quest’anno Babbo Natale arriverà a Ponente con il suo trenino 'Express' domenica 22 dicembre. L’intenzione degli organizzatori è quella di rievocare lo storico trenino di Erio Tripodi.

L’evento è stato presentato questa sera nella sede della Croce Azzurra di Vallecrosia alla presenza del direttore Matteo Amato, del presidente Piero Deaddis, dell’assessore al Turismo del Comune di Vallecrosia Patrizia Biancheri, dell’assessore al Turismo di Bordighera Melina Rodà, del vice sindaco di Camporosso Maurizio Morabito, del consigliere comunale di Ventimiglia Eleonora Palmero e del presidente Aceb Stefano Urso.

Il programma della giornata prevede la partenza alle 10 da Bordighera con gli intrattenimenti al mercato coperto, poi la prima fermata alle 12 a Ventimiglia alla chiesa di Sant’Agostino con animazione. Alle 14 tappa a Vallecrosia sul solettone Sud con street food e una festa per i più piccoli con il Villaggio di Natale. Ultima fermata alle 16 a Camporosso in piazza Garibaldi con una merenda per bambini e il concerto. A bordo del trenino ci saranno ben 22 Babbo Natale che distribuiranno circa 4 mila giochi ai bambini che parteciperanno.

Con l’occasione è stato presentato anche il nuovo marchio #Buonavoglia che è figlio proprio dell’unione di Croce Azzurra Vallecrosia e Aceb per l’organizzazione di manifestazioni e di eventi per il sociale.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:

SU