/ Politica

Politica | 25 febbraio 2014, 20:55

Terremoto politico nel centro-destra sanremese: si dimette da capogruppo Giuseppe Sbezzo Malfei

Con una lettera inviata al Sindaco: "Tu potresti anche ricandidarti, ma altri consiglieri e cittadini iscritti potrebbero non essere d'accordo e richiedere di fare ricorso alle primarie! Certo potresti prenderci tutti in contropiede e proporre la tua candidatura al movimento Grillo, che hai dichiarato di aver votato alle politiche. Per te sarebbe un bel colpo, chapeau!"

Terremoto politico nel centro-destra sanremese: si dimette da capogruppo Giuseppe Sbezzo Malfei

Giuseppe Sbezzo Malfei si è dimesso dal ruolo di capogruppo di Forza Italia. Lo ha comunicato questa sera lui stesso, con una lettera inviata al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale oltre che al vice capogruppo, Luca Lombardi.

"Ho atteso che sul Festival calasse il sipario - scrive Sbezzo Malfei - per non turbare con la politica la serenità degli addetti ai lavori, tu compreso (rivolgendosi al Sindaco), e nel contempo lasciare spazio ai giornali per parlare di Sanremo, ma solo di turismo e spettacolo. Oggi però è giunto il momento di dire, di fare chiarezza, secondo il mio modo di agire, sul futuro amministrativo della città e proprio ieri attraverso la rassegna stampa del comune ho potuto leggere una tua intervista che virgolettata dice 'Non so cosa farò', lo so già ora cosa fare, con assoluta convinzione, mi dimetto da capogruppo dell'attuale maggioranza, con la consapevolezza di essere nel giusto e addirittura con il dubbio che forse avrei dovuto prendere da tempo questa iniziativa".

"Non intendo entrare in polemica, soprattutto nulla di personale nelle mie dichiarazioni. Rimane però la delusione nel constatare che il sindaco della mia città, un cittadino come me, attenda e decida quando e come eventualmente accettare la ricandidatura. E il rispetto per gli assessori, per i consiglieri tutti, meglio ancora dei cittadini di Sanremo? Non è accettabile condizionare tutto e tutti, soprattutto se intimamente la scelta è già stata fatta. Intuisco benissimo dal tuo comportamento che tu voglia dettare condizioni sia nel Pdl che ai suoi uomini. Ma scusa in questi cinque ultimi anni nessuno di noi ti ha mai condizionato! O perlomeno se mai è avvenuto qualche fatto non devi fare altro che ufficializzarlo. Biancheri ormai da mesi sta svolgendo la propria campagna elettorale, il movimento di Grillo ha già ufficializzato il candidato sindaco, così come altre liste elettorali. Rimane da decidere solo il futuro dell'ex Pdl, non di Zoccarato. Perché vedi, tu potresti anche ricandidarti, ma altri consiglieri e cittadini iscritti potrebbero non essere d'accordo e richiedere di fare ricorso alle primarie! Certo potresti prenderci tutti in contropiede e proporre la tua candidatura al movimento Grillo, che hai dichiarato di aver votato alle politiche. Per te sarebbe un bel colpo, chapeau!"

"Credimi le cose che ti sto scrivendo sono il risultato di un lungo ragionamento. Tanto per renderti edotto pensa che volevo votare contro l'ultimo bilancio! L'ho criticato, non l'ho condiviso, ma per puro spirito di servizio ho dato parere favorevole facendomi violenza. Da quella sera però ho capito che la rotta tracciata dal comandante era per me sbagliata, ed oggi è il momento di dirti basta! Le mie dimissioni possono essere considerate ininfluenti per te o anche da altri, ma non è questo il problema. Voglio solo mantenere la dignità che mi ha contraddistinto in questi anni di militanza politica amministrativa così come per tutte le     persone che mi sono state vicine anche votandomi e per tutti coloro che hanno a cuore il bene comune, e     non il singolo interesse. Tanto ti dovevo".

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium