/ Attualità

Attualità | 04 dicembre 2022, 07:21

Il mondo Bni nella provincia di Imperia si ritrova nel primo convegno di Area 58 Riviera dei Fiori (foto)

Al Castellaro Golf Resort 150 imprenditori aderenti al network più diffuso al mondo, per un momento di condivisione progettuale e di appartenenza

Il mondo Bni nella provincia di Imperia si ritrova nel primo convegno di Area 58 Riviera dei Fiori (foto)

Area 58 Riviera dei Fiori il brand che identifica il progetto provinciale di sviluppo imprenditoriale di BNI, Business Network International, nasce per dare un'opportunità agli imprenditori del territorio che vogliono sviluppare in rete la propria attività, si è ritrovato al Castellaro Golf Resort ospite di Beatrice Cozzi Parodi, membro di BNI nel Capitolo valle Argentina che ha accolto gli imprenditori nella splendida location che ha riaperto quest'anno dopo tre anni di chiusura dovuti alla pandemia.

La mission di Bni è quella di supportare i membri ad aumentare il proprio business tramite un programma basato sul referal marketing strutturato, positivo e professionale che permetta loro di sviluppare relazioni significative e a lungo termine con altri imprenditori e professionisti di qualità.

BNI, nasce negli Stati Uniti 38 anni fa ed è il primo network al mondo per diffusione, 76 nazioni per quasi 300.000 imprenditori collegati attraverso una rete mondiale e identificati sul territorio in squadre chiamate Capitoli. Nella nostra provincia BNI è presente da 5 anni con il primo capitolo nato a Imperia al quale è succeduto Sanremo, e poi, via via gli altri,  8 Luoghi di Bordighera, Valle Argentina, Corsaro Nero di Ventimiglia in una crescita esponenziale che ha portato il nostro territorio ad essere tra i primi 10 al mondo, nell'ambito BNI per la crescita in base percentuale.

Area 58, nasce da un'iniziativa di Marco Podestà e Luca Ferrando che con Claudia Piolatto e Alessandro Occhiena ne hanno curato lo sviluppo e la crescita, con un obiettivo di ricaduta positiva sul territorio e per il territorio. Costruire, nella provincia di Imperia e nelle riviere liguri una rete di imprenditori che perseguano il successo nel business attraverso progetti fondati su relazioni durature e solidi valori sociali, è questa la vision di Area 58.

Bni è, infatti, un contenitore di professioni, sono presenti tutte le categorie e specializzazioni professionali, un mix di età, giovani agli inizi dell'esperienza imprenditoriale e senior con consolidata esperienza, aziende di media dimensione e piccoli artigiani, tutti uniti nel motto del “giver gains, il dare e ricevere”. Nella nostra Provincia BNI è stato introdotto da due imprenditori piemontesi, Monica Passini e Dario Castagna che hanno creduto che si potesse sviluppare nel nostro territorio un progetto che prevede la condivisione e le relazioni, caratteristiche per le quali non sono riconosciute come appartenere al territorio dell'estremo Ponente Ligure.

Questi i commenti dei protagonisti del successo di Bni i\nel territorio di Imperia. Luca Ferrando:“Quando abbiamo iniziato questo progetto Marco Podestà ed oo, solo un anno fa, gli imprenditori aderenti erano circa una sessantina, ora siamo a circa 170 con altri 3 gruppi che nasceranno nel 2023, 'Il Valle del San Lorenzo’, ‘Il Golfo Dianese’, ed il ‘Valle Arroscia a Pieve di Teco’, con un obiettivo di arrivare a 270 membri nella Provincia di Imperia.

Claudia Piolatto: “Mi ricordo quando sono venuta a Imperia per sviluppare il primo Capitolo, arrivando dal Piemonte, in una zona dove tutti mi dicevano che una rete di imprenditori, così come prevista da Bni non si sarebbe mai sviluppate nell'estremo ponente ligure, ed oggi vedere questo mi riempie di orgoglio e di tante piacevoli emozioni”.

Alessandro Occhiena: “Devo dire che sono veramente orgoglioso ed onorato di fare parte di questa squadra di Directors, siamo 4 imprenditori, quattro persone che condividono valori e visione imprenditoriale. Un esempio di come fare squadra ti consente di raggiungere qualsiasi obiettivo”. Marco Podestà:“ Per chi, come me, ha ormai un lungo trascorso da imprenditore, avere l'opportunità di restituire al territorio, quanto hai ricevuto dalla vita e da chi mi ha preceduto è un privilegio ed un onore e personalmente devo dire che Bni me ne sta dando l'opportunità”. Fausto Lanteri: “Quando Marco Podestà mi ha parlato del progetto di Area 58, e mi ha chiesto se ne volevo fare parte, ho detto di si, intravedendone la grande potenzialità, fare l'imprenditore nel nostro territorio in collaborazione e amicizia con il tuo vicino. Un'utopia? No, i fatti dimostrano che si può e devo dire che sono orgoglioso di contribuire alla costruzione di un sogno

BNI e' anche sociale, e Area 58 ha voluto devolvere una parte del ricavato della serata ad un'associazione che si occupa del recupero dei giovani in Colombia, portando via i bambini dalle mani dello sfruttamento dei narcotrafficanti. Un' associazione nata a Sanremo da don Rito Alvarez, noto parroco della diocesi di Ventimiglia e Sanremo. Dice don Rito Alvarez: “
Ringrazio gli Imprenditori di Bni per la sensibilità ed il sostegno, con la nostra Associazione OASI ANGELI DELLA PACE vogliamo sostituire la coltivazione della coca con quella del caffè per dare un argine allo sfruttamenti dei bambini che vengono utilizzati per la raccolta delle foglie della coca e indirizzati ad essere guerriglieri ad 8 anni”.

Presente all'incontro anche Alessandro Dalmasso, presidente di OFP ( OASIS FOR PEACE) di Monaco., che sostiene i progetti di don Rito attraverso la vendita del caffè prodotto dalla fattoria di don Rito in Colombia, e incentivando lo sviluppo scolastico e culturale dei giovani Colombiani.  

Dichiara Alessandro Dalmasso: “La realtà che abbiamo creato in Colombia è una piccola oasi di rinascita per i giovani e gli agricoltori, nel mezzo di, purtroppo un mare di coltivazioni di coca, ma il nostro progetto cresce grazie al sostegno di tantissimi amici che consumando il nostro caffè contribuiscono a dare un futuro ai giovani Colombiani. Ringrazio Area 58 dell'opportunità e la vetrina che ci ha dedicato, e faccio i complimenti per quello che ho visto, gli imprenditori italiani che fanno rete e cooperano tra di loro in modo efficace”. La serata si è conclusa con un aperitivo, musiche e confronto canoro tra i vari capitoli, ideato e gestito magistralmente da Giuseppe “Pek” di Cosmo e Sergio Raimondo".

 

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium