/ Cronaca

Cronaca | 06 ottobre 2022, 07:21

Studenti del Golfo Dianese lasciati a piedi dai bus di Riviera Trasporti, proteste dei genitori: “L’azienda è informata ma tace”

Il disagio tocca i pendolari in viaggio sulla linea Andora- Imperia. Insufficienti i 3 pullman previsti nella fascia oraria delle 7

Studenti del Golfo Dianese lasciati a piedi dai bus di Riviera Trasporti, proteste dei genitori: “L’azienda è informata ma tace”

Trasporto degli studenti da Andora e Golfo Dianese verso Imperia nella fascia mattutina delle 7 sempre più problematico, “oltre ai limiti dell’assurdo" come racconta al nostro giornale un genitore: “Il numero di posti disponibili, compresi quelli in piedi, è ampiamente insufficiente  rispetto al grande numero di abbonati. Questo ha comportato che, già nelle scorse settimane, molti studenti, soprattutto di Diano Marina, venissero lasciati alla fermata per mancanza di posti. Molti genitori, per ovviare al problema, hanno iniziato ad accompagnare i figli nelle fermate più a levante come Cervo, per essere sicuri di farli salire".

"Ieri mattina, però -aggiunge - si è verificata l'apoteosi dell'assurdo. Tanti, anzi troppi, hanno accompagnato i ragazzi direttamente ad Andora, con la conseguenza che già a Cervo i 2- 3 autobus a disposizione non si sono più fermati perché pieni. Alcuni hanno chiamato i genitori per farsi accompagnare a scuola mentre altri sono arrivati in ritardoNaturalmente Rt  da me interpellata, non fornisce nessuna spiegazione , ma va da se che i circa 300 abbonati di Andora e Golfo Dianese non possono stare su 3 mezzi”.

La scuola è iniziata da sole tre settimane -dice una mammae ho già dovuto portare mio figlio in auto per ben 4 volte. Ma stiamo scherzando? Subito dubitavo di mio figlio che non fosse in grado a prendere il pullman essendo nuovo delle Superiori, ma poi mi sono fermata io insieme a lui e ho constatato che quello che diceva era vero. L'altra mattina all'orario corretto i mezzi non sono arrivati fino alle ore 7.20, quindi già largamente in ritardo rispetto alle 7.12 previste, ed allora sono sopraggiunti due pullman uno dietro all'altro alla fermata davanti ai vigili urbani di San Bartolomeo al Mare. Il primo si è fermato, ha caricato solo 6 ragazzi e poi 2 li ha fatti riscendere perché non vedeva lo specchietto dal pienone che c'era.  Il secondo, invece con la scritta completo non ha neanche accostato e sono rimasti tutti a piedi. Così ho preso la macchina, ho caricato i ragazzini che potevo caricare e sono partita, ma tutte le volte che faccio questo devo lasciare a casa mio figlio piccolo all'improvviso che deve arrangiarsi e andare da solo a scuola a piedi”.

Allora ho pensato, porto mio figlio alle fermate precedenti e così da San Bartolomeo vado alla prima di Cervo verso Andora, quella ai piedi del borgo antico, ma anche lì stessa cosa. Ieri mattina mio figlio mi chiama alle 7.20 dicendo che i pullman non si sono fermati perché pieni, quindi parti nuovamente da casa, lascia il piccolino da solo, va a prendere i ragazzi alla fermata e corri ad Imperia siamo arrivati alle 7.59 perché c'era pure traffico. Ma lo sanno all’Rt che lavoro pure io? Ma Io sanno che oltre all'abbonamento che pago ci devo rimettere tempo e benzina per portare a scuola io mio figlio perché voi non lo fate? Ma Io sanno che mi scoccia lasciare mio figlio piccolo solo per stare dietro alle loro mancanze? Che poi mio figlio non chiede di sedersi, ma almeno di salire”.  

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium