/ Attualità

Attualità | 01 agosto 2022, 11:42

Imperia, i pompieri salutano la caserma di via Delbecchi alla vigilia della demolizione: "Sarà anche questo un luogo di speranza per i nostri giovani" (foto e video)

Un colpo di piccone e un elmetto in dono segnano il passaggio di consegne tra i vigili del fuoco e Confindustria. Domani prenderanno il via i lavori per 'trasformare' la storica sede in un polo tecnologico d'avanguardia

Imperia, i pompieri salutano la caserma di via Delbecchi alla vigilia della demolizione: "Sarà anche questo un luogo di speranza per i nostri giovani" (foto e video)

Un colpo di piccone per segnare il passaggio dall’originaria funzione al futuro. Stamani all’ex caserma dei vigili del fuoco di via Delbecchi, a ridosso del centro storico di Oneglia a Imperia, si è svolta una vera e propria cerimonia di commiato che ha visto tanti pompieri ‘salutare’ la sede storica, rimasta in servizio sino al 2009 ossia sino al trasferimento nei pressi di piazza della Vittoria, e 'consegnarla' all’impresa che da domani sino a giovedì si occuperà della demolizione di gran parte della struttura; struttura che diventerà il nuovo polo tecnologico di Confindustria.

Alla cerimonia hanno preso parte tanti vigili del fuoco in pensione e in servizio, il direttore di Confinfustria Imperia, Paolo Della Pietra, il comandante provinciale dei vigili del fuoco, l’ingegnere Amedeo Pappalardo, e l’ingegnere Natale Inzaghi, storico comandante provinciale dei vigili del fuoco.

Inzaghi e i caporeparto Bartolomeo Buonvicino e Giorgio Rigardo, attuale presidente dell’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco, sezione di Imperia, hanno dato il colpo di piccone sul pilastro della struttura per sancire il suo nuovo futuro. 

“Vedo una grande logica di continuità, spiega al nostro giornale Inzaghi, questa caserma era un’incubatrice di speranze, di buona volontà, e di formazione di caratteri. Qui entravano ragazzi di 19 anni a fare il servizio militare volontario e dopo pochi giorni che erano qua speravano di rimanerci tanto venivano conquistati dallo spirito e dai sentimenti che albergavano in questa sede. Si trovavano a contatto con gli uomini che potevano essere i loro fratelli maggiori e padri, pieni di volontà di fare bene, di soccorrere il cittadino e soprattutto molto capaci tecnicamente. Qui c’era anche l’officina, la falegnameria, i muratori e pittori. Ogni anno in occasione della festa di Santa Barbara tutto l’interno della caserma veniva ridipinto dai vigili del fuoco quindi qui dentro veramente si imparava. Era un centro di formazione ugualmente importante quale centro di soccorso. Ci si preparava al soccorso, ma si preparava anche il carattere degli uomini per fare il proprio corso. Decine e decine di quei ragazzi sono poi diventati vigili del fuoco effettivi permanenti”.

Da domani quindi prenderanno il via le operazioni di demolizione di parte della struttura, che si concluderanno il 4 agosto e nello specifico riguarderanno il 'castello' di manovra centrale che serviva per le esercitazioni, la torre in vetro, l’ex centralino e i magazzini laterali.

Al direttore Della Pietra i vigili del fuoco hanno donato un elmetto che verrà conservato all’interno della struttura, a ricordo dell’ ”antica” funzione al servizio della cittadinanza. L'ex caserma dei vigili del fuoco di via Delbecchi diventerà quindi un polo tecnologico di avanguardia. Versatile, moderno, connesso, aperto e sicuro: saranno queste le principali caratteristiche del nuovo polo  che un gruppo di aziende del Ponente Ligure, nato in seno a Confindustria Imperia, costituirà nell’ex Caserma. Il complesso, quasi 3.000 metri quadrati distribuiti su più edifici e con ampia area di parcheggio centrale, sarà ristrutturato con un progetto che è stato presentato al Comune di Imperia lo scorso dicembre. Sono previsti lavori per un importo di circa 4 milioni di euro.

“Ci ha fatto molto piacere prendere parte a questa commemorazione, dichiara Della Pietra, perché commemorare un luogo dove hanno lavorato, faticato  rischiato la vita perché tutti i giorni i pompieri sono al nostro servizio, c’è sembrato quindi d’obbligo fare insieme questo passaggio di consegne. L’ex caserma ormai era in stato di disuso da circa una decina di anni e diventerà un centro per le imprese che lavorano nell’ambito del software. Non solo Confindustria ha acquisito una parte, ma ci sono una dozzina di proprietari di aziende che lavorano nel settore dell’innovation technology che occupano tanti giovani e sono in espansione e che aggregandosi vogliono dare un ulteriore impulso non solo al loro business, ma anche creare un luogo per i giovani, le start up, aiutare a crescerli, fare convenzioni con le scuole come stiamo già facendo. Quindi creare anche formazione e soprattutto futuro, parola questa che riguarda tanti e tanti giovani della nostra provincia. Vorrebbe essere un segnale per far fermare qui i nostri giovani a lavorare o farli tornare nella nostra città”.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium