/ Politica

Politica | 03 luglio 2022, 11:02

Ventimiglia: caso Libeccio, la replica del Circolo del Partito Democratico intemelio a Scullino

"L'ex Sindaco dovrebbe rivedere gli atti assunti dalla GM prima di fare dichiarazioni e con lui i suoi assessori e sostenitori, invece di dire che i tecnici ‘all’insaputa’ fanno i provvedimenti”

Ventimiglia: caso Libeccio, la replica del Circolo del Partito Democratico intemelio a Scullino

“La risposta dell'ex sindaco Scullino non stupisce: dare la colpa agli uffici è il suo unico modo per scaricarsi ogni responsabilità. Dispiace constatare però, che l'ex Sindaco, con chi scrive per lui, consideri i suoi cittadini persone così stupide da non riuscire a leggere e comprendere gli atti amministrativi”. Ad intervenire replicando alle ultime dichiarazioni di Scullino è il Circolo PD di Ventimiglia, che spiega: “In primo luogo, appare molto scorretto far apparire di aver voluto la transazione per risparmiare soldi pubblici: a quanto si sa, la transazione è stata proposta dal privato e mentre il  medesimo a tal fine, ha rinunciato al pagamento delle proprie spese legali, il Comune ha speso ben  € 12.402,53 per il proprio legale. Forse sarebbe il caso di farlo sapere ai cittadini. L'ex Sindaco dimentica di dire poi che la concessione della proroga è un atto discrezionale che compete all'amministrazione e non alla parte tecnica.

E ancora, se questa pratica è stata gestita autonomamente dagli uffici non si spiegano due delibere di Giunta: 
la prima, la n. 193 del 28/10/2021 con la quale la Giunta comunale forniva  agli uffici l’indirizzo di mettere a bando di gara ad evidenza pubblica la gestione dell’area di cui alla Concessione demaniale Marittima n. 7/2018 (quella del Libeccio, appunto).
E la seconda, la delibera N. 40 del 24/02/2022 con la quale, sempre  la Giunta Comunale, e non gli uffici, decideva di revocare la propria concessione demaniale marittima n. 7/2018 al solo fine all’evidenza di ottenere lo sgombero anche contro un primo provvedimento di sospensione già adottato dal TAR.

Due delibere di Giunta in contrasto tra loro, in contrasto con il PUD - adottato dalla stessa amministrazione pochi mesi prima - ed anche in contrasto (nel tentativo di superarlo...) con un provvedimento di sospensione del TAR. Forse l'ex Sindaco dovrebbe rivedere gli atti assunti dalla GM prima di fare dichiarazioni e con lui i suoi assessori e sostenitori… invece di dire che i tecnici ‘all’insaputa’ fanno i provvedimenti”.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium