/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2022, 07:14

Giovani e Lavoro 2/ Antonietta Pistocco (Cisl): “Sforzo comune superare la stagionalità e dare una prospettiva ai ragazzi” (videointervista)

“Tutte le associazioni del territorio, datoriali e sindacali, ma anche l’Università si devono mettere insieme per progettare il futuro”

Giovani e Lavoro 2/ Antonietta Pistocco (Cisl): “Sforzo comune superare la stagionalità e dare una prospettiva ai ragazzi” (videointervista)

Antonietta Pistocco, responsabile Cisl della provincia di Imperia, ospite dei nostri studi per il ‘Café Forte’ di oggi torna sulla problematica giovani e lavoro.

Bisogna avere  - dice la Pistocco -  una visione di prospettiva a livello politico istituzionale, tutte le associazioni del territorio, datoriali e sindacali, anche l’Università si devono mettere insieme per uscire dalla stagionalità. Perché non si può avere un proprio progetto di vita, delle prospettive, un futuro se ci basa soltanto su pochi mesi all'anno sulla stagione estiva, su Natale e Pasqua. Non è possibile, occorre che durante tutto l'anno sia sulla costa che nell’entroterra ci sia tutto un insieme di manifestazioni, eventi, gare sportive, momenti formativi, per quello. L’Università può creare dei master, dei corsi anche di livello, andare a valorizzare la nostra cultura, i nostri musei. Manifestazioni spalmate su tutto l'anno non concentrate in modo da dare anche il respiro alle imprese ricettive, al settore della ristorazione. E anche al settore dell'intrattenimento che ha pagato un prezzo Altissimo durante la pandemia”.

Quando si parla di salario, bisogna parlare del salario complessivo, quindi non solo di paga oraria, ma anche di tutti quegli accessori che compongono il salario che sono il Tfr, la sanità integrativa previdenza e anche tutte quelle forme anche di welfare che sono possono essere previste in determinate tipologie di contratto. La nostra posizione è che bisogna valorizzare la contrattazione collettiva nazionale, questo c'è stato riconosciuto anche dall'Unione Europea. In Italia c'è una buona percentuale di contrattazione collettiva superiore al 80 per cento I contratti maggiormente rappresentativi sono quelli tutelati da CGIL CISL e UIL, quindi fornire ai lavoratori in riferimento di un contratto serio maggiori garanzie, contrattuali che sono quelli stipulati dalle nostre organizzazioni sindacali”, conclude la dirigente sindacale.  

Diego David, regia di Mirko D'Alessandro

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium