/ Eventi

Eventi | 28 maggio 2022, 08:00

I fiori eduli del Ponente ligure protagonisti a Torino in occasione del Festival internazionale del Giornalismo Alimentare

Un laboratorio esperienziale dell’associazione Ristoranti della Tavolozza con RaveraBio di Albenga e le preparazioni di Paola Chiolini, del biscottificio Gibelli di Vallecrosia e di "Simo la pasticceria che non c'era" di Alassio.

I fiori eduli del Ponente ligure protagonisti a Torino in occasione del Festival internazionale del Giornalismo Alimentare

Martedì 31 maggio e mercoledì 1° giugno 2022 torna il Festival del Giornalismo Alimentare, la prima manifestazione in Italia che affronta in modo trasversale tutti i temi legati alla comunicazione del cibo. Oltre 100 relatori affronteranno le principali questioni legate al cibo: da quello gastronomico e culinario a quello relativo alle politiche e alle questioni di informazione, sicurezza ed educazione alimentare e comunicazione social.

Come tradizione del Festival un ruolo molto importante sarà dedicato ai laboratori pratici, riservati ai giornalisti, che rappresentano straordinari momenti esperienziali per scoprire nuovi prodotti, lavorazioni ed evoluzioni del foof&drink, condotti da Camera di Commercio di Torino, Regione Piemonte, Maestri del Gusto di Torino e provincia, Bayer, Crea, Costadoro, Associazione Ristoranti della Tavolozza e Banco Alimentare. Un ventaglio ampio e originale di esperienze, che vanno dal mondo dei semi a prodotti di primo piano come il caffè, il gelato e il vino con un interessante approfondimento del mondo dei fiori eduli.

Mercoledì alle ore 11.30 “I FIORI NEL PIATTO”, è previsto un laboratorio per scoprire tutto sui fiori eduli condotto da Silvia Parodi dell'azienda Raverabio di Albenga e dal giornalista Claudio Porchia, presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza.

Il fiore è un ingrediente colorato e profumato utilizzato sempre più spesso dagli chef per la preparazione di piatti saporiti. Il laboratorio proporrà ai partecipanti una degustazione di fiori eduli e la presentazione in anteprima nazionale di prodotti nuovi, come il Ketchup alla Begonia o il pesto alle foglie di Nasturzio prodotti nella piana di Albenga dall’azienda Tastee.it   Al termine come dessert le splendide viole caramellate della chef Paola Chiolini della Balena bianca di Vallecrosia, i deliziosi biscotti alla lavanda e fiori di Arancio del biscottificio Gibelli sempre di Vallecrosia e l’originale e fragrante “Bacio di Alassio” alla Begonia dello chef Simone del laboratorio artigiano “Simo, la pasticceria che sognavo” di Alassio.

 

Nel corso del laboratorio sarà anche presentato in collaborazione con il Crea di Sanremo il progetto BIOFIORI coordinato dall’azienda Ravera BIO e finanziato dalla regione Liguria attraverso il PSR 2014-2020 che si occupa di completare la filiera dei fiori eduli nella parte relativa alla conservazione dei fiori freschi ed essiccati. “In particolare il progetto – spiega la direttrice del Crea di Sanremo, Barbara Ruffoni - prevede lo sviluppo di tecnologie alimentari per creare delle preparazioni a base di fiori eduli che possono essere usate nella preparazione di piatti specifici sia salati che dolci. Queste tecnologie permetteranno alla filiera di rafforzare la commercializzazione con una produzione intensiva disponibile tutto l’anno”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium