/ Attualità

In Breve

lunedì 04 luglio
domenica 03 luglio
sabato 02 luglio

Attualità | 25 maggio 2022, 15:12

Imperia, trasporto e recupero dell'organico: assegnati i due lotti del mega appalto rifiuti

Il primo è andato alla 'La Nettatutto' di Monza e ha visto la 'De Vizia' arrivare "seconda". Mentre l'altro appalto è stato vinto dalla 'Montello', di Bergamo, che ha offerto un ribasso di quasi 400 mila euro

Imperia, trasporto e recupero dell'organico: assegnati i due lotti del mega appalto rifiuti

Assegnati i due lotti per il servizio di avvio al recupero e trasporto della frazione organica 'Cer' della raccolta differenziata. L'appalto, messo a bando dal Comune di Imperia, prevede l'affidamento per tre anni e possibilità di rinnovo di altri due e proroga tecnica di 6 mesi, e partiva da una base di 779 mila e 760,00. Il valore totale ammonta per il lotto 1 a 2 milioni e 189 mila e 55 euro mentre quello per il secondo Lotto a 3 milioni e 366 mila euro. Il totale quindi è di 5 milioni e 555 mila e 55 euro. Il lotto 1 riguarda il servizio di trasporto all'impianto mentre il 2° lotto il trattamento e recupero del tipo di rifiuto. 

Per quanto riguarda il lotto 1, dal verbale di gara, si evince come lo stesso sia stato affidato alla società 'La Nettatutto srl' di Monza-Brianza che ha offerto un ribasso del 3,1% ossia di 24mila e 172,56 euro. Alla gara aveva partecipato anche la 'De Vizia Transfer', di Torino, che attualmente si occupa della raccolta rifiuti e dell'igiene urbana sul territorio cittadino, offrendo un ribasso dell'1%.

Alla gara del lotto 2 sono state tre le aziende che hanno partecipato. L'appalto è stato vinto dalla 'Montello spa', della provincia di Bergamo, che ha offerto un ribasso del 32.37% sull'importo a base d'asta ossia 396 mila e 208, 80 euro.

Questo appalto prende le mosse dalla delibera della Giunta comunale varata nella primavera dello scorso anno in cui è stato evidenziato come “il servizio di trattamento/recupero della frazione organica dei rifiuti urbani da raccolta differenziata è strategico nell’ambito del generale equilibrio del sistema pubblico ed è da considerarsi a tutti gli effetti di legge un servizio pubblico essenziale” e di conseguenza è necessario "provvedere al servizio di trattamento a recupero, in impianti regionali o extraregionali autorizzati, della F.O.U. (frazione organica umida)".

C'è una clausola importante prevista all'interno del contratto che potrebbe far mutuare lo scenario. "Qualora nel corso dell’affidamento divenisse operativo, è specificato nella bozza di contratto, l'impianto finale di trattamento recupero e valorizzazione dei rsu della provincia di Imperia in località Colli a Taggia, per cui è in corso separata procedura a cura dell'ente di governo d'ambito, l’affidamento stesso sarà da intendersi risolto e l'appaltatore presta fin da ora il suo consenso alla risoluzione del contratto". 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium