/ Politica

Politica | 23 maggio 2022, 15:30

Emergenza rifiuti a Diano Marina, opposizioni sulle barricate: “Non si può iniziare l’estate in questo modo”

Bellacicco “ordinanza rivolta agli amministratori di condominio illegittima”. Parrella “il paese con la percentuale peggiore di raccolta differenziata della provincia”

Emergenza rifiuti a Diano Marina, opposizioni sulle barricate: “Non si può iniziare l’estate in questo modo”

 

Basta girare per le strade di Diano Marina e delle sue frazioni per vedere cassonetti stracolmi ed insufficienti ed immondizia abbandonata nei loro pressi, con il conseguente arrivo di topi e gabbiani, attirati dalla puzza”. “Il paese con la percentuale peggiore di raccolta differenziata della provincia, 31,76 per cento rispetto ai 53 per cento di media degli altri comuni, e soprattutto con la peggiore organizzazione del servizio di raccolta che si sia mai vista. Sveglia, non possiamo affrontare una stagione estiva in queste condizioni!”.

Parola rispettivamente del capogruppo della lista civica Diano Marina Marina Marcello Bellacicco e del collega di opposizione Francesco Parrella di ‘Diano Domani’.

Minoranze, dunque, sulle barricate a Diano Marina per quanto riguarda i rifiuti. "Se si considera che il contratto di appalto con Egea Ambiente S.R.L. e Proteo Società Cooperativa Sociale è stato stipulato il 31 dicembre 2020, cioè circa un anno e mezzo fa, è assolutamente inaccettabile arrivare all'inizio della stagione estiva, periodo fondamentale per l'economia del nostra territorio, in queste condizioni di estremo disagio e di disservizio. In tale contesto, le responsabilità della passata Amministrazione e di quella attualmente guidata dal Sindaco Za Garibaldi sono assolutamente palesi e pesanti, perché in un anno e mezzo non sono state in grado di definire ed attuare un piano, sia comunicativo che organizzativo, per conseguire un livello accettabile di questo basilare servizio per la Comunità”, sottolinea Bellacicco.

Nell'ultimo Consiglio comunale del 19 maggio -conclude Marcello Bellacicco vista la pessima situazione della raccolta rifiuti, abbiamo chiesto al sindaco Za Garibaldi ed a tutta la sua maggioranza di attivarsi con ogni mezzo o procedura affinché la ditta appaltatrice migliori decisamente il suo operato, per garantire ai cittadini ciò che normalmente merita chi paga regolarmente le tasse, compresa quella sui rifiuti. Purtroppo però abbiamo ricevuto dal sindaco una risposta  ampiamente insufficiente  suffragata da un provvedimento che ha inteso adottare il 12 maggio 2022, allorché  ha firmato l'Ordinanza n. 42 che, a nostro parere, non appare del tutto legittima e, soprattutto, si rivolge a chi non può e non deve ricevere disposizioni di questo genere. Ci chiediamo, con che autorità il primo cittadino imponga agli amministratori condominiali, entro il 31 maggio, di individuare aree sulla pubblica via, qualora non ne siano individuabili all'interno dei condomini, ove collocare i contenitori o depositare i mastelli. Con che criterio di diritto egli decide che glia amministratori sono responsabili in solido dell'identificazione delle attrezzature e del comportamento dei condomini nel conferimento dei rifiuti, per cui se non è possibile individuare il singolo trasgressore, le sanzioni pecuniarie vengono addebitate a loro, manco potessero controllare ora per ora tutti gli utenti condominiali". 

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium