/ Attualità

Attualità | 19 maggio 2022, 12:31

Riva Ligure: via ai lavori per rendere accessibile l'area scavi di Capo Don

L'intervento rientra nell'ambito del progetto Racine.

Riva Ligure: via ai lavori per rendere accessibile l'area scavi di Capo Don

A Riva Ligure sono entrati nel vivo i lavori per il progetto Racine. Gli operai stanno procedendo alla costruzione della rampa d'accesso che dalla ciclabile porterà sull'Aurelia dove sarà realizzato un nuovo attraversamento pedonale che permetta alle persone di raggiungere in sicurezza l'area scavi di Capo Don. 

La passerella, pensata anche per persone diversamente abili porterà ad altezza strada dove sarà collocato anche un totem informativo. In un secondo momento il passaggio pedonale dovrebbe essere regolamentato con un semaforo a chiamata per garantire una maggiore sicurezza per gli utenti. Ora che la campagna scavi è terminata per il Comune inizierà il cammino per la valorizzazione del sito che in questi anni ha permesso di ritrovare un considerevole numerosi reperti. Oggetti del passato in parte esposti all'interno dello Spazio Espositivo Multimediale (SEM) che si trova al piano terra del municipio, nel centro cittadino. Locali che come ogni estate saranno presto aperti al pubblico in maniera continuativa, visto il grande successo ottenuto in questi anni. 

Il progetto Racine è finanziato nell’ambito del Programma Interreg Italia-Francia Marittimo 2014/2020, elaborato da Anci Toscana con la partnership della Regione Liguria. Una iniziativa caratterizzata da lavori strutturali come quelli che saranno conclusi nelle prossime settimane ma anche per immaginare il futuro degli scavi archeologici interpellando le diverse anime della cittadina. 

Proprio da questi incontri sono emerse alcune delle idee che l'amministrazione comunale del sindaco Giorgio Giuffra vorrebbe portare avanti, in particolare sull'area scavi. Le progettualità non mancano per donare alla comunità rivese ma più in generale alla provincia di Imperia quello che potrebbe essere un nuovo polo di interesse culturale, magari in rete con i numerosi altri siti archeologici che si trovano nelle città vicine. 

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium