ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Cronaca

Cronaca | 26 gennaio 2022, 15:01

Imperia, in arrivo nelle frazioni nuove telecamere di sicurezza: Comune pronto a emanare gara d’appalto per 400mila euro

Serviranno per coprire il servizio nei borghi e completare la rete cittadina in 5 punti sensibili

Imperia, in arrivo nelle frazioni nuove telecamere di sicurezza: Comune pronto a emanare gara d’appalto per 400mila euro

La giunta comunale di Imperia ha approvato il progetto per l’installazione di nuove telecamere di videosorveglianza nelle frazioni e in 5 punti sensibili della città. L’investimento complessivo è di 400mila euro, parte dei quali potrebbero arrivare da fondi ministeriali.

Con queste nuove installazioni – spiega l’assessore alla Protezione civile Simone Vassallo - interveniamo nei nostri borghi e nelle frazioni. Più sicurezza nelle periferie della città, dunque, grazie a un circuito di telecamere ad alta definizione".

Ad oggi -si legge nella delibera - vi sono ancora alcune parti del territorio comunale non coperte dalla videosorveglianza, con il presente progetto l'amministrazione comunale intende completarne il posizionamento con particolare riguardo alle frazioni nonché a 5 siti sensibili cittadini”.

La procedura di gara prevede un affidamento del servizio per 3 anni, oltre all'eventuale rinnovo di ulteriori 2 e proroga tecnica di 6 mesi. L’importo dei lavori a base di gara è 335.019,72 euro, l’importo totale di 400mila euro.   

Il Comune di Imperia -prosegue il documento -  in questi ultimi due anni si è molto impegnato nella lotta contro la criminalità aumentando notevolmente il numero delle telecamere in tutta la città e realizzando anche una centrale operativa dove ne è possibile la visione da parte non solo della polizia locale ma anche delle Forze dell'ordine. L’esperienza dell’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza nell’ambito della sicurezza urbana, ha comportato una serie di benefici a supporto delle attività delle Forze dell’Ordine quali: alto effetto deterrente, monitoraggio delle aree, controllo di vaste aree del territorio in tempi ristretti, ottimizzazione dei costi di sorveglianza e prevenzione del territorio razionalizzazione delle risorse umane, visione anche in condizioni climatiche avverse, documentazione e archiviazione di eventi, individuazione con maggiore facilità di autori di crimini specifici”. “

"È stato sottoscritto il 3 novembre scorso dal sindaco Claudio Scajola e dal prefetto Amando Nanei, il Protocollo d’intesa per l'utilizzo della ‘Sala sicurezza ed emergenza’ (sul molo Pastorelli all’interno del nuovo porto ndr) da parte delle Forze di polizia e della Capitaneria di porto per dare modo a chi deve intervenire per assicurare la sicurezza sul territorio di avere dei mezzi moderni ed efficaci. L’utilizzo di sistemi videosorveglianza integrato e coordinato con l’intervento del personale della Polizia Locale e delle Forze dell'Ordine costituisce uno strumento importante per perseguire gli obiettivi inseriti all’interno della strategia complessiva delle politiche di sicurezza integrata per elevare performance ed innalzare la percezione da parte della cittadinanza”.

Il sindaco Scajola poi, in consiglio comunale in occasione dell’approvazione della relativa delibera aveva evidenziato nel suo intervento “come l'installazione di queste telecamere è servita per individuare gli 'sporcaccioni' della città. Come chi sporca sotto i portici, chi buttava la spazzatura fuori dai mastelli e anche per individuare gli evasori totali della Tari. Inoltre sono tanti gli autori di reati commessi contro le persone e il patrimonio ad essere stati identificati grazie alle telecamere in funzione".

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium