ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Attualità

Attualità | 26 gennaio 2022, 12:13

Imperia, in arrivo aumenti per l'indennità di sindaco e assessori. Nel 2024 Scajola riceverà al mese 9mila e 632 euro lordi: lo prevede la legge di Bilancio

Il Governo, il 30 dicembre scorso, ha emanato la nuova norma e per il primo cittadino del capoluogo l'indennità ammonta al 70% di quella corrisposta al governatore ligure: ecco tutte le cifre, in rialzo, previste già a partire dal 2022

Imperia, in arrivo aumenti per l'indennità di sindaco e assessori. Nel 2024 Scajola riceverà al mese 9mila e 632 euro lordi: lo prevede la legge di Bilancio

In arrivo gli aumenti dell'indennità per sindaco e assessori. Lo prevede la legge di Bilancio, varata dal Governo, n°234 del 30 dicembre scorso. In particolare il comma 583 dell'articolo uno prevede che a Imperia, rientrando nella categoria prevista per i capoluoghi di provincia con popolazione fino a 100.000 abitanti, l'indennità sia parametrata al 70% del trattamento economico complessivo dei presidenti delle regioni. 

Il 24 luglio del 2018 vennero determinate le indennità di funzione mensile lorda per 12 mensilità da corrispondere al Sindaco, dalla data di proclamazione, ossia il 26 giugno 2018, al Vice Sindaco ed Assessori, dalla data del decreto di nomina (5.07.2018), ed in particolare per il primo cittadino era stata stabilità l'indennità di 4.131,66 euro, per il vicesindaco di 2 mila e 272,41 mentre gli assessori di 1.859,25 euro.

Alla luce della nuova legge quindi l valore dell’indennità da riconoscere al Sindaco di Imperia, sarebbe a regime, nel 2024, pari a 9 mila e 632,34 euro corrispondente al 70% di 13.764,00 quale indennità corrisposta al Presidente della Regione Liguria inoltre, l’importo del 45% nel 2022 e del 68% di aumento nel 2023 andrà calcolato su un aumento totale di 9.632,34, previsto a regime nel 2024.

Come reso noto dalla determina dirigenziale del settore amministrativo e personale per quest'anno il sindaco Scajola riceverà l'indennità di 6.607,96 euro, il vicesindaco Fossati 3 mila e 634,37 euro mentre gli assessori comunali 2 mila e 973,58.

Nel 2023 sono previsti altri aumenti ossia il primo cittadino riceverà  7 mila e 872,12, il vicesindaco 4.329,66 e i membri della Giunta 3.542,45 euro.

Infine nel 2024 l'aumento sarà più consistente e quindi per il sindaco l'indennità ammonterà a 9 mila e 632,34 euro, per il vicesindaco a 5 mila e 297,78 euro e infine, per gli assessori a 4 mila 334,55 euro. Tutte le cifre vanno considerate lorde. 

A fronte di questa spesa è prevista una specifica contribuzione che, tra l’altro, in caso di mancato utilizzo, dovrebbe essere restituita, così come previsto in precedenza per le amministrazioni comunali inferiori a 5 mila abitanti, che sono state le prime beneficiarie di incrementi delle indennità riconosciute. Il Comune quindi, per far fronte  a queste nuove somme ha impegnato la somma di 204 mila e 185,82 che servirà a coprire solo il primo semestre del 2022. 

 

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium