ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Economia

Economia | 21 gennaio 2022, 07:00

Bonus ristrutturazione bagno 2022, come ottenerlo ed a chi rivolgersi.

SK Idraulica è l’idraulico a Milano operativo H24 a cui rivolgersi per ottenere un preventivo gratuito

Bonus ristrutturazione bagno 2022, come ottenerlo ed a chi rivolgersi.

Bonus ristrutturazione bagno 2022, come ottenerlo ed a chi rivolgersi. SK Idraulica è l’idraulico a Milano operativo H24 a cui rivolgersi per ottenere un preventivo gratuito

Bonus ristrutturazione bagno 2022: lo spiega l’idraulico di Milano SK Idraulica

Arriva il 2022 e con lui tante detrazioni ed incentivi atti ad agevolare i lavori di ristrutturazione edilizia. Solo per citarne alcuni ci sono il bonus ristrutturazioni, il bonus idrico, il bonus mobili ed il bonus verde per la sistemazione a verde di aree condominiali o private.

Tra i tanti bonus, diversi possono essere inseriti in un progetto di ristrutturazione del bagno per il recupero di parte delle cifre spese, come il bonus ristrutturazioni, il bonus idrico ed il bonus mobili.

Se il pensiero è quello di provvedere a questo genere di lavoro, il parere di un esperto è importante per far luce su quanto disponibile ed è per questo che l’idraulico di Milano SK Idraulica ci spiega in cosa consistono questi tre bonus nello specifico e cosa fare per ottenerli.

Bonus ristrutturazioni 2022

Tra i bonus casa 2022 confermati, c’è quello per le ristrutturazioni di cui fa parte anche il bonus condizionatori.

Come funziona l’agevolazione per le ristrutturazioni edilizie?

Facendo richiesta per il bonus ristrutturazioni si ottiene una detrazione IRPEF pari al 50% dell’importo speso fino ad una concorrenza massima di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Il Decreto Rilancio introduce la possibilità di trasformare la detrazione IRPEF che verrebbe scalata in dieci rate, nella cessione del credito oppure in uno sconto in fattura.

Il bonus ristrutturazioni nel quale far rientrare la ristrutturazione del bagno comprende tra gli altri interventi, la posa di un nuovo pavimento, di nuovi rivestimenti, il rifacimento dell’impianto idraulico a cura dell’idraulico di Milano o dovunque si trovi l’immobile e di quello elettrico, la sostituzione dei sanitari (con alcune esclusioni) e la tinteggiatura delle pareti.

Ricordiamo che quando un idraulico a Milano, ma ovunque in Italia, mette mano all’impianto idraulico, anche soltanto per apportare delle piccole modifiche e non per ricrearlo ex novo o per spostare i sanitari, deve certificare la modifica (o l’intero impianto in caso di nuova posa) quindi è essenziale che sia qualificato ed abilitato alla certificazione, pena la perdita del bonus e la possibilità di ricevere sanzioni in caso di eventuali controlli operati dagli enti preposti.

Nella ristrutturazione rimane incluso il bonus facciate ma per l’anno che verrà la percentuale detraibile scenderà dal 90% al 60%.

Così come rimane incluso il bonus condizionatori.

Questo ultimo permette di acquistare un nuovo condizionatore e di farlo installare da un idraulico a Milano, come in una qualsiasi altra città d’Italia, ottenendo una detrazione IRPEF purché l’impresa sia certificata e rilasci regolare fattura o documento fiscale alternativo.

Bonus idrico 1000 Euro

Come ci spiega l’idraulico Milano, il bonus idrico consiste in un contributo che prevede il rimborso fino a 1.000 euro sulla spesa sostenuta da ogni singolo cittadino per interventi atti a migliorare l’efficientamento idrico.

Tra gli interventi che possono essere inclusi nella domanda per accedere al bonus c’è la sostituzione dei vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto.

La buona notizia è che la scadenza del bonus era stata originariamente fissata per il 31 dicembre 2021 ma è stata prorogata per recuperare il ritardo accumulato per l’avvio delle domande.

Il bonus 2022 riguarderà le opere effettuate durante tutto l’anno 2021, quindi dal 1° gennaio al 31 dicembre ed il suo avvio verrà sancito con la messa in linea della piattaforma dedicata nella quale inserire le domande, messa a disposizione dal Ministero per la Transizione Ecologica.

Il bonus idrico verrà elargito una tantum per una singola unità immobiliare. Chi inoltrerà la domanda dovrà essere cittadino italiano e dovrà dimostrare di avere titolo nel richiedere l’agevolazione in quanto proprietario dell’immobile o avente un diritto di godimento già consolidato prima della data di presentazione della domanda.

L’idraulico di Milano segnala che attualmente ci sono alcune esclusioni da tenere in considerazione, come quella relativa ai sanitari in resina, oppure ai piatti doccia e box.

In ogni caso l’idraulico dovrà rilasciare regolare fattura commerciale, o documento fiscale sostitutivo, comprensivo delle caratteristiche tecniche di quanto installato che dovrà rispondere alle normative vigenti.

Bonus mobili 2022

Altra conferma riguarda il bonus mobili 2022, che consiste nell’ottenimento della detrazione del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in classe A (come caldaie, scaldabagni, stufe a pellet, ecc.)

Il bonus mobili deve essere associato ad un lavoro di ristrutturazione edilizia per l’immobile al quale il nuovo elettrodomestico è destinato.

L’idraulico di Milano suggerisce ad esempio di abbinare questo incentivo alla ristrutturazione del bagno così da ottenere un nuovo bagno ed un nuovo scaldabagno a gas dalle alte prestazioni a fronte di un consumo ridotto.

Per domande, curiosità e per conoscere tutti i bonus 2022 ai quali è possibile accedere per la ristrutturazione del bagno, l’idraulico a Milano SK Idraulica è a disposizione in un click tutti i giorni H24.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium