ELEZIONI COMUNE DI TAGGIA
 / Al Direttore

Al Direttore | 21 gennaio 2022, 15:04

Sanremo: lettore risulta positivo al testa antigenico ma negativo al molecolare, lui sostiene di essere un 'guarito'

Ma non è stato fornito di green pass e deve regolarmente fare la terza dose

Sanremo: lettore risulta positivo al testa antigenico ma negativo al molecolare, lui sostiene di essere un 'guarito'

Un nostro lettore di Sanremo, Roberto Musna, ci ha scritto per segnalare la vicenda di cui si ritiene vittima incolpevole:

“Pur avendo avuto il covid recentemente, secondo l’Asl dovrei lo stesso effettuare la terza dose. Questa è una cosa inaccettabile in quanto si sono verificate reazioni anche importanti e l’immunità naturale è molto più potente di quella del vaccino. Comunque non voglio entrare in dettagli tecnici su cui non sono preparato. Sono indignato per non essere creduto dall'istituzione: io credo nella medicina e non sono un no vax, ma di fronte a certi atteggiamenti non posso fare a meno di indignarmi”.

Ho scritto una PEC all’ASL che vi riporto”: “Buongiorno, sono un cittadino ligio alle regole e questo mi ha portato ad avere un inconveniente che vorrei fosse risolto. Mentre ero in vacanza in montagna ho iniziato ad avere male alla gola ed un leggero raffreddore. Essendo il 31  dicembre e dovendo partecipare al cenone in albergo mi sono sottoposto ad un tampone al centro culturale di Selva Gardena in provincia di  Bolzano con esito negativo. Ho continuato la mia vacanza usando uno spray per la gola ma, il 2 gennaio e persistendo il malessere, decido di interrompere la vacanza. La mattina del 3, prima di partire, mi sono recato in farmacia per effettuare un ulteriore tampone. Non mi è stato possibile farlo in quanto era richiesto un appuntamento. A questo punto ho acquistato un tampone e sono partito. Non ho effettuato neppure una sosta in autogrill e, giunto al mio domicilio mi sono sottoposto al test, con risultato positivo. Il giorno successivo ho telefonato al mio medico autodenunciandomi con il dottore che ha provveduto a fare la segnalazione all’Asl. Successivamente sono stato contattato dall’azienda per l’appuntamento per il tampone molecolare, effettuato l’11 gennaio con risultato negativo. Ho interpellato il dottore per sapere come comportarmi e lui mi ha detto che la mia  guarigione non poteva essere certificata in quanto il mio era un test fai da te. Quindi il 31 scadrà il mio green pass e per rinnovarlo dovrò effettuare la terza dose. Io ho fatto regolarmente due dosi, mi sono prenotato per la terza a tempo debito e mi sono comportato correttamente, ma non ritengo giusto che per un disservizio non imputabile a me debba essere obbligato a sottopormi a vaccinazione in  quando dovrei disporre di un immunità naturale. Spero possiate aiutarmi a risolvere questa situazione”.

La risposta del direttore dell'igiene Pubblica: "Non avendo nessuna documentazione ufficiale di un referto positivo (il test autosomministrato non ha infatti nessun valore ufficiale), non viene generato il green pass guariti. E' quindi raccomandata la terza dose booster di vaccino (mezza dose)".

La risposta di Musna all’Asl: “Non c è nessun test ufficiale a causa del vostro ritardo nell’effettuare il tampone richiesto dal medico. Vostra è la responsabilità e non mia e voi dovete porre rimedio. A questo punto mi domando se alle istituzioni interessi veramente la salute dei cittadini. Io comunque vada non farò la terza dose”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium