Attualità - 03 gennaio 2022, 09:41

Ventimiglia: contributi economici 'una tantum' per le famiglie che hanno bisogno, ci sono 300mila euro

“Intendiamo utilizzare tutti i fondi messi a nostra disposizione – dicono il Sindaco Scullino e l'assessore Palmero - per dare una boccata di ossigeno a chi ne ha veramente bisogno”.

Ventimiglia: contributi economici 'una tantum' per le famiglie che hanno bisogno, ci sono 300mila euro

Il Comune di Ventimiglia a sostegno alle famiglie in stato di bisogno, concede contributi economici ‘una tantum’ per una serie di linee di intervento fra loro cumulabili.

Si tratta del contributo per l’acquisto di generi alimentari, sottoforma di buono spesa, un contributo per il pagamento dei canoni di locazione e uno per il pagamento delle utenze domestiche (servizio idrico, elettrico, utenze telefoniche, fornitura gas/metano). Lo hanno annunciato oggi il Sindaco, Gaetano Scullino, e l'assessore ai servizi sociali Eleonora Palmero. Il contributo erogabile a ciascun richiedente per sé e per tutti i componenti del proprio nucleo familiare, nei limiti delle risorse disponibili, è una tantum e non ripetibile.

Le domande possono essere presentate, grazie a un apposito modulo scaricabile dal sito del Comune (QUI) e la domanda deve essere redatta sull’apposito modulo prestampato (con autocertificazione) pubblicato e scaricabile dal sito del Comune e sulla app ‘Ventimiglia città’, oppure da ritirarsi all’ufficio Servizi Sociali in piazza XX Settembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13. Si possono presentare domande, sino ad esaurimento fondi, quindi il bando non ha scadenze.

“Intendiamo utilizzare tutti i fondi messi a nostra disposizione, oltre 300.000 euro – dicono il Sindaco Scullino e l'assessore Palmero - per dare una boccata di ossigeno a chi ne ha veramente bisogno”. Il bando è stato reso pubblico ma chi necessitasse di chiarimenti per comprendere i requisiti necessari per partecipare, tra i quali il possesso di un indicatore ISEE ordinario o corrente in corso di validità al momento della presentazione della domanda non superiore a 16.700 euro e, qualora l’Isee ordinario superasse i 12.000 euro, anche in possesso di Isee corrente potrà rivolgersi agli uffici di piazza XX Settembre per avere ogni delucidazione.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU