/ Politica

Politica | 08 dicembre 2021, 09:40

Imperia, il sindaco Claudio Scajola ospite a La 7: “Berlusconi presidente della Repubblica? È stato sempre un buon arbitro”

In collegamento dal suo ufficio a Palazzo civico, ha parlato di temi politici e sociali. Risposta a Cgil e Uil: “Lo sciopero generale sarebbe un errore”

Imperia, il sindaco Claudio Scajola ospite a La 7: “Berlusconi presidente della Repubblica? È stato sempre un buon arbitro”

Berlusconi presidente della Repubblica? È stato sempre un buon arbitro”, lo ha detto il sindaco di Imperia Claudio Scajola stamattina ospite della trasmissione ‘Omnibus’ in onda su La 7 condotta da Gaia Tortora.

L’ex ministro, in collegamento dal suo ufficio a Palazzo civico si è confrontato con gli altri ospiti Valter Rizzetto di Fratelli d’Italia, Antonio Misiani del Pd e Roberto Ghiselli della Cgil su temi politici e sociali, in particolare sulla legge di bilancio e sull’ipotesi di sciopero generale da Cgil e Uil per il 16 dicembre. A questo proposito Scajola ha detto: “Lo sciopero in questo momento, per di più indetto da una parte  sindacato,  c’è da considerare che la Cisl ha milioni di iscritti, sarebbe un errore. Occorre portare a termine entro il 31 dicembre la Legge di Bilancio alla quale sta lavorando il premier Draghi”.

Sollecitato da Gaia Tortora Claudio Scajola ha parlato, poi, del quadro politico: “La disaffezione degli italiani verso la politica, più di metà degli italiani non sono andati a votare alle ultime amministrative. Il problema è che ci sono all’interno dei poli attuali differenze enormi e sostanziali sul tema dell'Europa, del sovranismo, su quello del garantismo, sono aggregazioni forzate e questo è uno dei motivi per cui l’elettore non si sente più rappresentato. Forzare su due poli che all’interno hanno grandi differenza è una cosa che non porta all’avvicinamento delle persone alla politica. Io ritengo che dobbiamo modificare la legge elettorale e tornare al proporzionale, dare voce agli elettori che oggi non hanno più. Da questo si deve partire per la nuova fase post pandemia. Penso che all’interno di questa scomposizione potranno rinasce scenari molto diversi”, ha sottolineato Scajola. Sollecitato da Gaia Tortora sulla rinascita di un ‘grande centro’ Scajola ha detto: “C’è uno spazio enorme da riempire che non si sente rappresentato dall’attuale composizione dei poli. Credo che si dovrà passare a una scomposizione per creare delle nuove realtà. Io appartengo alla storia dei cattolici moderati, dei riformisti che è poi la storia di Forza Italia che ha avuto grande successo con la guida di Silvio Berlusconi. Secondo me occorre passare da un bipolarismo forzato a un proporzionalismo attraverso una riforma del sistema elettorale e questo potrà avvenire dopo l’elezione del presidente della Repubblica. In questa fase complicata è necessario costruire qualche cosa di nuovo, ma questo potrà avvenire dopo l’elezione del Capo dello Stato”. 

Quando si parla di Berlusconi presidente della Repubblica taluni ironizzano, altri dicono che è divisivo. Io penso di conoscere bene Berlusconi, il ruolo di arbitro che deve avere un presidente della Repubblica, Berlusconi nelle sue poliedriche personalità è stato sempre un buon arbitro”, ha concluso Scajola.

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium