/ Cronaca

Cronaca | 07 dicembre 2021, 15:02

Coronavirus: lettore chiede l'ammissibilità dei test in farmacia, dall'Asl "Solo se è quello naso faringeo"

“Il test antigenico rapido, anche eseguito in farmacie private è valido e accettabile in corso di sorveglianza sanitaria e di quarantena solo se eseguito su tampone naso faringeo. Il test antigenico rapido eseguito su campione salivare non è invace nè valido nè accettabile, a causa della sua ridotta sensibilità e specificità”.

Coronavirus: lettore chiede l'ammissibilità dei test in farmacia, dall'Asl "Solo se è quello naso faringeo"

Un nostro lettore di Vallecrosia, Maurizio Parodi, ha scritto al nostro giornale e all’Asl 1 Imperiese, per chiedere di confermare l’ammissibilità dei test antigenici effettuati in farmacia nell’ambito della ‘sorveglianza con testing’ prevista per contatti con soggetto Covid-positivo in ambito scolastico.

“Sono genitore di due alunne della scuola Primaria e sono stato coinvolto nella procedura di sorveglianza con testing in ambito scolastico introdotta dalla circolare ministeriale del 3 novembre scorso. E’ una normativa che giudico positivamente, perché volta a favorire la didattica in presenza anche in occasione di contatto covid avvenuto in ambito scolastico. Meno positivo, come è sotto gli occhi di tutti, è l’impatto che le procedure di testing stanno avendo in termini di sovraccarico di lavoro per il servizio di ‘drive trough’: ne derivano pesanti ripercussioni su famiglie, viabilità cittadina e per il laboratorio di microbiologia, chiamato quotidianamente a lavorare un numero considerevole di tamponi; ulteriore conseguenza è l’inevitabile ritardo nel refertare tutti i test, con l’effetto di rendere meno tempestiva l’attività di tracciamento ed il possibile ritorno in classe degli alunni”.

“Considerando che – prosegue il lettore - molti di questi test riguardano alunni asintomatici, chiamati a ripetere due volte il tampone nell’arco di 5 giorni (‘T0’ e ‘T5’); la deliberazione 436 di Alisa del 25/11/2021, richiamando la circolare ministeriale n.36254 del 11/08/2021, ammette per le procedure di testing sia tamponi antigenici che molecolari; molte farmacie sul territorio sono attrezzate per effettuare test antigenici con esito rapido (attualmente utilizzati per il rilascio del green pass)”.

Parodi ha chiesto all’Asl di accettare, limitatamente all’attività di testing in ambito scolastico per soggetti asintomatici, anche l’utilizzo di test antigenici effettuati presso le farmacie abilitate al servizio, con la relativa spesa a carico dell’utente.

Al nostro lettore ha risposto il dottor Marco Mela, responsabile del Dipartimento di Igiene e Sanità Pubblica di Asl 1 Imperiese: “Il test antigenico rapido, anche eseguito in farmacie private è valido e accettabile in corso di sorveglianza sanitaria e di quarantena solo se eseguito su tampone naso faringeo. Il test antigenico rapido eseguito su campione salivare non è invace nè valido nè accettabile, a causa della sua ridotta sensibilità e specificità”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium