Leggi tutte le notizie di ARTIGIANATO & DE.CO. CON CNA ›

Cronaca | 27 novembre 2021, 08:46

Il Governo del Principato di Monaco affina i calcoli sulla popolazione vaccinata: a oggi è al 65%

Supera il 50% per tutte le fasce di età oltre i 18 anni. Raggiunge il 76,7% tra i 55-64 anni ed è oltre il 91% tra i 75 e oltre.

Il Governo del Principato di Monaco affina i calcoli sulla popolazione vaccinata: a oggi è al 65%

Il Governo del Principato di Monaco ha deciso di affinare i metodi di calcolo relativi alle vaccinazioni al Covid-19 e ha affidato il compito all'IMSEE, organismo indipendente che applica gli standard internazionali.

Nella gestione iniziale dell'emergenza sanitaria, il Governo monegasco come la maggior parte dei Paesi, ha contato il numero di dosi somministrate in relazione al numero di abitanti del Principato. Questo ha dato un'idea generale del tasso di vaccinazione. Tuttavia, devono essere presi in considerazione elementi specifici. Infatti, nel tempo, è emerso che il Principato aveva vaccinato un gran numero di persone che lavorano a Monaco, senza risiedervi.

Inoltre il Principato ha la caratteristica di avere una popolazione che viaggia molto. Questa vale in particolare per i residenti che talvolta soggiornano a lungo all'estero e che, di conseguenza, hanno potuto vaccinarsi lì. Se non si sono dichiarati al centro vaccinale per richiedere il libretto sanitario o ricorrere al monitoraggio sierologico, non è quindi possibile conoscerli. Pertanto la copertura vaccinale dei residenti rimane sottostimata da questa quota non quantificabile di residenti vaccinati all'estero e non dichiarati a Monaco.

E’ stato quindi deciso un adeguamento delle metodologie di calcolo rispetto alle metodologie contabili internazionali. I dati sulla vaccinazione ora includono solo le persone residenti e vaccinate a Monaco. Sono considerati ‘vaccinati nel Principato’, da un lato le persone la cui prima dose è stata assunta all'estero e poi dichiarata al centro vaccinale per poter effettuare la seconda dose nel Principato e, dall'altro, le persone che ricevuto le due dosi all'estero e poi si sono dichiarate al centro vaccinale per richiedere il libretto sanitario o per ricorrere al monitoraggio sierologico.

Inoltre, per una maggiore leggibilità, è stato pubblicato il tasso di copertura vaccinale, per fascia di età, per i residenti con un programma vaccinale completo. Questo consentirà di identificare la proporzione della popolazione vaccinata con una seconda iniezione di un protocollo a due dosi o un'iniezione di un protocollo a dose singola. D'ora in poi, ogni due settimane, il Governo comunicherà i risultati complessivi della vaccinazione.

Il tasso di copertura vaccinale a regime completo per la popolazione residente aumenta con l'età. È infatti del 65% per la popolazione residente in età vaccinale. Supera il 50% per tutte le fasce di età oltre i 18 anni. Raggiunge il 76,7% tra i 55-64 anni ed è oltre il 91% tra i 75 e oltre.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

In Breve

lunedì 24 gennaio
domenica 23 gennaio
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium