/ Imperia Golfo Dianese

Imperia Golfo Dianese | 26 ottobre 2021, 14:00

Imperia, in arrivo dal ministero del Lavoro fondi per progetti lavorativi a favore di chi percepisce il reddito di cittadinanza

Il programma coinvolge i comuni del Distretto Socio-sanitario 3: il finanziamento ammonta a 68 mila euro

Imperia, in arrivo dal ministero del Lavoro fondi per progetti lavorativi a favore di chi percepisce il reddito di cittadinanza

In arrivo dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali 68mila euro per progetti di integrazione lavorativa da rivolgere ai percettori di reddito di cittadinanza. La decisione è stata deliberata dalla Conferenza dei sindaci del Distretto numero 3 Imperiese, alla quale hanno partecipato i sindaci e i rappresentanti dei comuni di Imperia, Diano Marina, Pieve di Teco e Pontedassio.

Alla riunione, presieduta dall’assessore ai Servizi sociali del Comune di Imperia Luca Volpe è stato approvato il riparto del Fondo povertà 2020. Oltre la realizzazione di un sistema integrato di azioni a sostegno dei progetti di inclusione per chi percepisce il reddito di cittadinanza sono state anche varate azioni di sostegno agli Ats, i sistemi informativi e di formazione per gli operatori che poi andranno a progettare le attività.

Il Piano povertà emanato dal governo nel dicembre dello scorso anno ha visto assegnare al Distretto socio sanitario 3 Imperiese la somma di 686.662,95mila euro. Per quello Ventimigliese la cifra erogata ammontava, invece, a 496.753, 76mila, mentre per il distretto Sanremese a poco meno di 765mila euro. I comuni dell’Imperiese, quindi, continueranno ad attivare iniziative per le persone in difficoltà economiche, difficoltà dovute anche al protrarsi dell’emergenza a causa della pandemia da covid 19

Ad esempio, il Comune di Imperia nei mesi scorsi, aveva attivato il progetto ‘Vivere insieme la cultura’ programma di utilità collettiva approvato con il coinvolgimento, per 6-9 mesi, di 13 cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza con lo scopo di sostenere l’accesso e la fruizione dl patrimonio culturale di Villa Faravelli (Museo Maci), Villa Grock (Museo del Clown), Museo Navale con annesso Planetario, galleria Rondò e servizio biblioteca. Tra le attività, oltre alla vigilanza, presidio e assistenza al pubblico all'interno delle aree espositive era prevista anche la sorveglianza del rispetto della normativa covid.

Questo non era il primo progetto che coinvolge i percettori del reddito di cittadinanza.  Nell'ottobre e nel marzo 2020 scorso il sindaco Claudio Scajola prima insieme al presidente del Tribunale, Eduardo Bracco, e poi col procuratore capo Alberto Lari, avevano siglato la convenzione tra Comune e Tribunale e Procura della Repubblica finalizzato a fornire supporto agli uffici sia della Procura che del Tribunale per migliorare i tempi di risposta della giustizia ai cittadini. L’iniziativa prevedeva il coinvolgimento di 32 lavoratori, suddivisi in due gruppi di 16 partecipanti per 9 mesi ciascuno per due giorni alla settimana, quattro ore al giorno.

Diego David

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium