/ Sport

Sport | 21 ottobre 2021, 11:18

Atletica: un 2021 ricco di soddisfazioni per la ASD Foce Sanremo, i traguardi raggiunti e un occhio al 2022

"Diversamente da altre discipline, l'Atletica ha operato sempre all'aperto evitando tanti divieti Covid; i risultati sono arrivati, alcuni di grande rilievo tecnico, altri che cresceranno in prospettiva" - spiegano dalla società sportiva.

Atletica: un 2021 ricco di soddisfazioni per la ASD Foce Sanremo, i traguardi raggiunti e un occhio al 2022

Il 2021 è stato un anno ricco di soddisfazioni per la ASD Foce di Sanremo. "Diversamente da altre discipline, l'Atletica ha operato sempre all'aperto evitando tanti divieti Covid; i risultati sono arrivati, alcuni di grande rilievo tecnico, altri che cresceranno in prospettiva" - spiegano dalla società sportiva.

"Oggi vediamo un entusiasmo  tra i giovanissimi, forse i più penalizzati, dai quali verranno fuori oltre che i cittadini di domani anche quei talenti da mettere in mostra. - aggiungono - Quest'anno ne abbiamo parecchi ma sono due quelli che ci hanno dato le soddisfazioni più belle: l'allievo, saltatore in alto, Gabriele Avagnina e lo junior, velocista, Davide Ebrille. Gabriele, ai campionati italiani di Rieti ha valicato l'asticella posta a m.1,96, giungendo terzo. È curato e assistito dalla presidente della Foce, Kelly Ternelli e aspetta le gare indoor, al coperto, per ritoccare il suo personale. Davide, allenato da Paolo Smeraldo, sempre sulla pista di Pian di Poma, ha preso parte ai campionati juniores a Grosseto, correndo sia i m. 100 che i m. 200. Vanta due primati non da poco: 11" netti sui m.100 e 22"30 sui m. 200, entrambi migliorabili. Al coperto correrà i m.60".

"Poi  la Foce ha messo in campo una magnifica staffetta 4x100, minimo dei campionati nazionali allievi con 44"91 grazie alle frazioni di Gabriele Avagnina, Simone Enotarpi, Antonio Genova e Tiziano Mercuri. Per l'assenza  di un componente non abbiamo vissuto  il fascino del campionato italiano. Nelle altre specialità brillano i due lanciatori di martello, Igor Ferilli, allievo e Raffaello Rizzolio, junior. Entrambi con ottimi  riscontri personali e in grande  miglioramento grazie al tecnico Flavio Mgurno. Bene le categorie giovanili dove la mattatrice è stata Chiara Fiorili, sui m.600(1'46"59) sia sui m.1000 (3'16"52, corsi sulla pista di Montecarlo), allenata dal paziente Giuso Sini. In campo assoluto femminile troviamo l'eterna Miriam Bazzicalupo e tra i giovani i fratelli Garibbo intenzionati a dare una impronta alla corsa del mezzofondo. Dalla schiera di ragazzi e cadetti, curati sia da Kelly che da Bruno Toblini, ci si aspettiamo, con il tempo, quei risultati che stanno maturando".

"Infine i senior, prevalentemente corridori e stradisti: li organizza Alessandro Castagnino e li allena Marco Giacomel. Lì troviamo: Cristiano Salerno, terzo alla Corsa del Faudo, Olivero Luca e Daniele Carlini, vincitori di innumerevoli gare estive sia sulla costa che nell'entroterra, Denis Capillo, quest'anno un pò sottotono per acciacchi muscolari ma intenzionato a riprendere il suo ruolo di leader in pista e su strada. Dalle premesse non c'è dubbio che il 2022 sarà una magnifica annata, in una società storica, preparata, solida e appassionata" - concludono.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium