/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2021, 07:41

A Vallecrosia la cerimonia per il 149° anniversario delle truppe alpine (Foto)

Evento organizzato dal terzo Reggimento Alpini

A Vallecrosia la cerimonia per il 149° anniversario delle truppe alpine (Foto)

Prendendo spunto da una idea del Capitano di Stato Maggiore Giuseppe Emilio Perrucchetti ed esposta nel 1871 in una relazione dal titolo “Considerazioni su la difesa di alcuni valichi alpini e proposta di un ordinamento militare territoriale della zona alpina”, su proposta del Ministro della Guerra, Generale Cesare Ricotti Magnani, con R. D. del 15 ottobre 1872 firmato a Napoli da Vittorio Emanuele II° veniva, di fatto, costituito il Corpo degli alpini.
L’importante ricorrenza è stata ricordata ieri a Vallecrosia con una cerimonia organizzata dal Comando del 3° Reggimento Alpini di Pinerolo che ha visto coinvolti in prima persona il Gruppo locale e l’intera Sezione dell’A.N.A. di Imperia.

Numerose le penne nere giunte da tutta la Provincia che di prima mattina si sono raccolte intorno al monumento agli alpini di Vallecrosia eretto nella zona antistante i giardini dedicati al Ten. Col. Adolfo Rivoir.
Alle 0, a picchetto armato schierato, dopo l’alzabandiera e l’esecuzione a gran voce dell’Inno Nazionale, la cerimonia è proseguita con l’Onore ai Caduti e la deposizione di una corona d’alloro benedetta dal vice parroco Don Mario sulle note del “Silenzio”.
La parte protocollare si è conclusa con la recita della “Preghiera dell’Alpino” affidata al Ten. Accetta con il celebre brano di Bepi De Marzi, Signore delle cime, a fare da sottofondo.

Presentate man mano dal capogruppo degli alpini di Vallecrosia, Giuseppe Turone, hanno preso la parola le autorità intervenute.
Il sindaco Armando Biasi  non ha mancato di ringraziare il Comando del 3° alpini che è stato impegnato per l’intera estate nell’Operazione 'strade sicure' a sostegno della pubblica sicurezza nell’intera zona intemelia garantendo tranquillità a tutta la popolazione civile del comprensorio. 
Si è augurato che lo spirito che permea da cerimonie come quella odierna possa essere trasmesso alla gioventù perché il richiamo alla memoria non può che portare al bene comune. Un basta al tempo dei social e della cameretta.

Il Col. Candeloro, Comandante del 3° Reggimento ha sentitamente ringraziato l’amministrazione e la popolazione di Vallecrosia per l’accoglienza avuta in questi mesi trascorsi alla caserma Bevilacqua e per la possibilità di commemorare i 149 anni di costituzione delle truppe alpine in modo onorevole.

Il consigliere regionale Veronica Russo ha voluto sottolineare quanto tanto le truppe in servizio che gli alpini in congedo siano motivo di orgoglio per quanto fanno ognuno per le sue competenze e che come il loro modo di agire sia punto di riferimento per tutti con la speranza che il loro messaggio giunga ai giovani e li spinga ad avvicinarsi a questo mondo.

Il presidente della sezione Giovanni Badano ha evidenziato l’importanza di questa giornata perché mette in risalto le due anime del corpo degli alpini: gli alpini in armi che sull’esempio dei loro predecessori hanno dovuto versare il loro sangue per il buon nome dell’Italia e la provincia di Imperia ne ha pagato un alto prezzo e gli alpini in congedo (non chiamateli ex alpini) che in passato hanno mantenuto vivo il ricordo dei caduti secondo il motto, ormai troppo sfruttato, “Per non dimenticare”, scolpito nel 1919 sulla colonna mozza dell’Ortigara, per poi passare dopo il terremoto del Friuli del 1976 all’istituzione della Protezione Civile con i conseguenti interventi ove la solidarietà ha chiamato e, ultimamente, in periodo di Covid, erigendo in tempi record un ospedale da campo a Bergamo per non parlare nella nostra provincia del servizio permanente al centro vaccinazioni di Camporosso. Due anime che oggi sono unite.
Non è mancato il tempo per uno scambio di omaggi e un rinfresco offerto dal comando del 3° Alpini. Un momento di quasi normalità.

C.S.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium