/ Sport

Sport | 10 ottobre 2021, 10:10

Serie D, Imperia calcio. Nerazzurri ad Asti per rialzare la testa: Petti subito in campo. Ieri Juniores k.o. nel derby

I giovani nerazzurri perdono 0-1 nel finale di gara

Paolo Cortellini e Lorenzo Cassata nella foto di Matteo Fagiolino, pagina Facebook 'SSD Imperia calcio'

Paolo Cortellini e Lorenzo Cassata nella foto di Matteo Fagiolino, pagina Facebook 'SSD Imperia calcio'

L’Imperia è pronta a scendere sul terreno del ‘Censin Bosia’ di Asti: fischio d’inizio fissato per le ore 15 di oggi, domenica 10 ottobre.
Dopo le due sconfitte consecutive, contro Chieri e Novara, la squadra allenata da Paolo Cortellini vuole rialzarsi in casa degli astigiani che, fino ad ora, non hanno mai perso in campionato - una vittoria e tre pareggi -.
Nonostante il divieto di trasferta ai supporter imperiesi, imposto dal questore locale, la partita sarà comunque trasmessa sulla pagina Facebook biancorossa 'Asti Calcio'. 

Le ultimissime dal campo parlano di due squadre schierate a specchio con il 4-3-3. Cortellini dovrebbe lanciare dal 1’ il nuovo arrivato Alessio Petti, come terzino sinistro. In attacco Lorenzo Cassata sarà titolare accanto a Grazhdani. Dubbio sulla linea mediana con Coppola favorito a sostituire lo squalificato Di Lauri da mezzala.

Quasi tutta la prima squadra era presente, ieri pomeriggio, sulle tribune del ‘Ciccione’ per assistere al derby Juniores contro la Sanremese. La partita è terminata 0-1 a favore dei biancoazzurri che hanno sbancato nel finale, grazie ad una rete di testa di Elettore. I giovani neroazzurri, privi del portiere titolare di Fatnassi e Comiotto tra gli altri, avevano tenuto in mano il gioco per larghi tratti, con le ottime prestazioni di Moro e Dedja a reggere la manovra offensiva. E capitan Panaino a gestire ottimamente la difesa. Ad inizio secondo tempo Cosentino, imbeccato da Di Leo, aveva la chance per andare in rete ma il portiere Ferro rispondeva presente.

Nella seconda metà di ripresa, però, l’Imperia andava in riserva  e la Sanremese, trascinata da un grande Urgnani, andava vicino al gol in almeno quattro occasioni. I nerazzurri capitolavano al minuto 85 sulla zuccata di Elettore che spingeva in rete l’angolo di Bastita, espulso per scorrettezze durante l’esultanza.
I matuziani chiudevano in 9 per il rosso diretto a Coccoluto, fallo da dietro su Ascheri, che era apparso il più vivace tra gli attaccanti. Nonostante la doppia superiorità numerica, l’Imperia non aveva più forze per reagire lasciando i tre punti agli avversari.

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium