/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2021, 13:35

Imperia calcio, svolta societaria dietro l’angolo: il nuovo gruppo dirigenziale è pronto ad affiancare Gramondo & C.

Nei quadri gli ex matuziani Dino Miani, Glauco Ferrara e Pino Fava. Appoggio esterno con una sponsorizzazione da parte Marco Del Gratta

Imperia calcio, svolta societaria dietro l’angolo: il nuovo gruppo dirigenziale è pronto ad affiancare Gramondo & C.

 

Il presidente Fabrizio Gramondo e la dirigenza nerazzurra sono pronti ad accogliere nei propri quadri gli ex matuziani Dino Miani, Glauco Ferrara e Pino Fava. Il momento di ‘passare alle cose formali’ è ormai prossimo.Una riunione per sancire l’ingresso della ‘Triade' in piazza d’Armi è fissata, infatti, nelle prossime ore. 

Domenica scorsa al ‘Ciccione’, nel giorno della grande prestazione dell’Imperia, un 4-0 sulla Lavagnese che non ammette repliche, non è passata inosservata la presenza in tribuna, per la seconda consecutiva, dopo il derby di Coppa con la Sanremese dell’ex numero 1 matuziano Marco Del Gratta era accompagnato dai suoi fedelissimi e dall’ex allenatore biancoazzurro Nicola Ascoli.  

Dopo aver parcheggiato l’auto nell’antistadio, sono stati accompagnati ai propri posti. L’invito del quale si era parlato qualche giorno fa, evidentemente non valeva soltanto per il derby. L’accelerata alla trattativa arriva in un momento in cui si fa sentire l’assenza prolungata per motivi di salute di un dirigente importante come Eugenio Minasso e dopo l’addio di Cristiano Chiarlone (forse una conseguenza del nuovo corso?) che ha liberato il posto da direttore sportivo e, verosimilmente, sarà sostituito da Pino Fava, in particolare nei ruoli di raccordo tra il campo e la dirigenza. 

Per quanto riguarda la presenza in tribuna di mister Ascoli, allenatore di Argentina e Sanremese proprio sotto le gestioni dei Del Gratta, fonti ben informate rassicurano che la posizione in panchina di mister Paolo Cortellini, forte dei 4 punti in due giornate, non sarebbe in pericolo. Ma nel turbinio dei cambiamenti tutto potrebbe succedere, nonostante il tecnico umbro abbia si sia dimostrato maestro del ‘fare di necessità virtù’ contro la Lavagnese, lanciando il giovanissimo Fatnassi in posizione avanzata dopo gli infortuni degli attaccanti titolari. Verrebbe ritoccata, invece, la rosa con almeno un innesto per reparto, mossa consentita dal regolamento che lascia aperta l’attuale sessione di mercato fino al 5 novembre, per trasferimenti tra i ‘non professionisti’. 

L’interesse per l’Imperia della cordata capitanata da Marco Del Gratta, che conferma di voler rimanere fuori dal calcio per un anno ma che appoggerebbe l’operazione dall’esterno con una sponsorizzazione, non nasce certo oggi. Se a livello aziendale uno dei centri di raccolta della sua ‘Riviera Recuperi’ ha sede a Pontedassio, dove per coincidenza si allena la prima squadra, sportivamente un primo abboccamento risale a fine 2015. Sfumato, l’attenzione dei Del Gratta passò a Ponente con l’acquisto dell’Argentina Arma prima e della Sanremese poi.

 

 

 

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium