/ Politica

Politica | 26 settembre 2021, 07:11

Diano Marina, videointervista a Giacomo Chiappori a una settimana dal passo d’addio: “Palacongressi unico rimpianto, ma la partita non è finita”

Il sindaco uscente si confessa: una carriera politica iniziata alla fine degli anni Ottanta che lo ha portato in Parlamento e tra i fondatori della ‘Repubblica del Nord’

Diano Marina, videointervista a Giacomo Chiappori a una settimana dal passo d’addio: “Palacongressi unico rimpianto, ma la partita non è finita”

È un Giacomo Chiappori a tutto campo quello che, ospite nei nostri studi, intervistato da Diego David, si confessa, a una settimana, ormai, dalla scadenza del suo mandato di sindaco di Diano Marina.

Gioie, dolori e qualche rimpianto come quello di non vedere realizzato l’iter del Palacongressi sul Molo delle Tartarughe, progetto sconfessato in campagna elettorale anche dal candidato alla carica di primo cittadino Cristiano Za Garibaldi che da vicesindaco lo aveva promosso. 

Penso a una stagione come questa che dal punto di vista del clima potrebbe proseguire fino a dicembre col turismo congressuale e mi dispiace. Ma c’è un ricorso al Tar non tutto è perduto”, dice Chiappori.   

Ripercorre idealmente non solo i 10 anni di mandato nella Città degli aranci, ma anche le sue esperienze nella Lega di Umberto Bossi, dalla nascita delle prime sezioni alla fine degli anni Ottanta, alla creazione del parlamento padano, all’atterraggio nel parlamento vero e proprio, quello romano, fino alla nascita, a Venezia, della Repubblica del Nord. 

Molti dei temi affrontati da Chiappori saranno oggetto del dibattito di questa sera alle 18.45 in piazza Martiri della Libertà tra i candidati alla carica di sindaco di Diano organizzato dal nostro Gruppo Editoriale, Morenews   

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium