/ Cronaca

Cronaca | 24 settembre 2021, 15:53

Ex caserma a Molini di Triora per ospitare i migranti di Ventimiglia, il sindaco Sasso "Non possiamo essere la soluzione ai problemi della città di confine"

Manuela Sasso, sindaco di Molini di Triora chiarisce subito la posizione dell'amministrazione comunale di fronte alla proposta di Gigliola Bassoli Coppo.

"Sono vicina e comprendo le difficoltà di Ventimiglia ma l’entroterra e tantomeno Molini possono essere la soluzione ai problemi della città di confine". 

Manuela Sasso, sindaco di Molini di Triora chiarisce subito la posizione dell'amministrazione comunale di fronte alla proposta di Gigliola Bassoli Coppo: usare una sua proprietà per ospitare i migranti della città di confine. Ieri mattina attraverso i social network aveva creato un certo fermento la proposta della signora Coppo, tanto da essere ripresa anche stamani su La Stampa. 

L'imprenditrice di Ventimiglia ha detto di essere pronta a mettere a disposizione gratuitamente una ex caserma di sua proprietà nel paese della valle Argentina. L'immobile si trova dopo il ponte di ferro ed è accompagnato da 2mila mq di terreno e nelle intenzioni della proprietaria potrebbe offrire uno spazio utile per decongestionare la città di confine dalla presenza massiva di migranti. 

L'imprenditrice vorrebbe far leva sulla Prefettura mettendo sul piatto la proprietà. Non sarebbe la prima volta se si considera la Colomba d'Oro a Triora, lo storico e lussuoso albergo che da anni ormai viene usato per ospitare i migranti del paese delle streghe, stabilmente integratisi nella comunità locale. Per quanto riguarda Molini di Triora e la proposta di questi giorni, voci di corridoio sostengono che non ci sarebbero i presupposti usare l'ex Caserma per accogliere i migranti di Ventimiglia per la necessità di procedere a interventi strutturali. 

Al di là di questi aspetti, per il sindaco Sasso non è una ipotesi percorribile: "Il Comune di Molini già da tempo ospita una trentina di migranti che percentualmente sono pari al 10% della popolazione. La proposta della Sig.ra Gigliola Coppo è ovviamente una provocazione che comprendo ma che non può essere presa seriamente".

Stefano Michero

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium