/ Sport

Sport | 20 settembre 2021, 20:14

Calcio: da Asd a Srl sportiva, come cambia l'Imperia. Gramondo "Soddisfatti, società al passo coi tempi"

Per il club nerazzurro si è aperto un importante capitolo e il presidente commenta il nuovo corso amministrativo

Calcio: da Asd a Srl sportiva, come cambia l'Imperia. Gramondo "Soddisfatti, società al passo coi tempi"

Tira un forte vento di rinnovamento in Piazza d’Armi. Non solo per i tanti volti nuovi sul campo, a cominciare dall’ allenatore . Il cambio di ragione sociale dell’Imperia , diventata SSD Imperia s.r.l., annunciato dal presidente Gramondo, potrebbe  allettare  nuovi investitori ed è in quest’ottica che diventa interessante il contatto tra il sodalizio nerazzurro e Marco Del Gratta, l’ex patron di Sanremese ed Argentina, infatti, è stato invitato dalla dirigenza imperiese ad assistere al derby.

Un cambiamento che dà margini più ampi di crescita e che viene ‘consigliato’ alle società con volumi di affari importanti. Diventa favorevole nel momento in cui un soggetto od un pool di persone vogliono investire in una società, anche con fondi privati, dando una forte impronta nell’ amministrazione del club.
Si tratta di una procedura tutt’altro che semplice ed anche piuttosto costosa che vede il coinvolgimento - nei vari passaggi - di Agenzia delle Entrate, del Registro delle Imprese, oltre allo studio certificato che asserisca un’ autonomia patrimoniale perfetta.
Nella sostanza, seppur costosa, è un’operazione che darà maggiore tranquillità a chi vorrà investire.

Siamo tutti soddisfatti perché è un obiettivo raggiunto con un attento  lavoro nel tempo e va di pari passo con i risultati sportivi.  Il primo passaggio è stato chiudere , negli anni, mutui e pendenze intestate alla ASD . Inoltre  siamo riusciti ad iscriverci a questo campionato già con  la nuova struttura societaria , dato che l’atto risale a fine giugno.   Abbiamo dimostrato la serietà del nostro operato nei confronti della Pubblica Amministrazione ma anche di nuovi eventuali investitori.”  Così Gramondo commenta con soddisfazione il nuovo corso amministrativo intrapreso dal club nerazzurro.

Nelle s.r.l. sportive (che sono un ibrido tra le s.r.l. società di capitali e le ASD), infatti, la responsabilità va ad incidere unicamente sul capitale della società (tranne per casi particolari) e su quanto il conferente ha operato ed investito in esso, con una sostanziale limitazione della responsabilità stessa.
A differenza delle ASD che, non avendo personalità giuridica, espongono il socio ad un rischio maggiore dato che risponderebbe in solido di eventuali debiti creati dalla società, esponendo  il patrimonio personale anche al di fuori di quanto impiegato nella società.

Come sottolineato dal presidente nerazzurro, un aiuto diretto alla società  potrebbe arrivare dall’ampia riforma dello sport proposta da Spadafora, e ripresa dal Decreto Sostegni-bis del Governo Draghi , che sarà un altro mezzo per attuare il cambiamento. Tra i tanti punti previsti nella riforma, quello che maggiormente potrebbe interessare il club nerazzurro,  è il rinnovo del 50% per il credito di imposta per sponsorizzazioni sopra i 10.000 Euro:” Ma non solo – aggiunge Gramondo -. E’ previsto che le SSD possano avere un minimo scopo di lucro e determinate attività, come ad esempio quella della bar, possano essere conteggiate differentemente. Era poi stato toccato il problema dei vincoli sportivi, così come il regime dei collaboratori sportivi che per le società hanno un costo davvero alto. Con il cambio di ragione sociale abbiamo mandato un primo importante segnalo per essere a passo con i tempi.”

Alberto Ponte

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium