/ Attualità

Attualità | 08 settembre 2021, 08:25

Appassionati di Sci dell'imperiese a Limone impianti ripristinati: "Si scierà con il green pass, non sappiamo se con accessi contingentati"

Così Fulvio Dalmasso, direttore amministrativo della Lift, la società che gestisce la Riserva Bianca. Si spera in un potenziamento dei collegamenti ferroviari tra Tenda e Limone, l'assessore regionale ai Trasporti: "Trenitalia sta studiando delle possibili soluzioni"

Appassionati di Sci dell'imperiese a Limone impianti ripristinati: "Si scierà con il green pass, non sappiamo se con accessi contingentati"

Impianti sciistici chiusi da marzo 2020. Una stagione, quella scorsa, appesa all'andamento dell'epidemia, con un avvio a più riprese rimandato, fino alla beffa di metà febbraio 2021, con uno stop a poche ore da quella che doveva essere la tanto agognata data di riapertura. Alla finestra anche i tanti appassionati della neve imperiesi, che fino al periodo Covid hanno sempre affollato le piste di Limone Piemonte e che sono una parte della linfa vitale del turismo locale.

Se questa condizione ha riguardato tutti i comprensori, a Limone Piemonte si è sommata agli ingenti danni dovuti alla violentissima alluvione che ha colpito anche la valle Roya all'inizio di ottobre scorso, con danni infrastrutturali che hanno interrotto il collegamento stradale tra Liguria, Francia e Piemonte via Tenda. I danni hanno riguardato ovviamente anche gli impianti sciistici. Difficile dimenticare le immagini di Limonetto, con la montagna aperta in due e i pali degli impianti divelti. Mesi e mesi di lavori hanno permesso di rimettere tutto a posto. Ma oggi la 'Riserva Bianca' è pronta a riaccogliere gli sciatori.

Anche a Limonetto la pista è stata rimessa a posto. Non sarà in funzione l'impianto di risalita, per cui sarà necessario bypassarlo sfruttando altri collegamenti, ma la pista non darà problemi ed è stato anche svuotato il garage sotterraneo, completamente riempito dalla terra della montagna franata. Un grande lavoro anche per il Comune di Limone Piemonte, coadiuvato dai volontari di Protezione Civile del paese, preziosissimi in tutta la gestione del post alluvione.

"Siamo pronti per la prossima stagione - conferma Fulvio Dalmasso, il direttore amministrativo della Lift, società che gestisce gli impianti della Riserva Bianca. Da quanto sappiamo sarà obbligatorio il green pass, mentre al momento non abbiamo informazioni sulla capienza o su un eventuale contingentamento. Le piste della Riserva Bianca sono state ripristinate per riaccogliere gli sciatori. Nei mesi scorsi abbiamo lavorato tantissimo".

Poi una riflessione più estesa, sull'isolamento della valle e sulla circolazione interrotta dopo il tunnel. "Ovviamente per noi è un disastro, perché significa che Liguri e Monegaschi non avranno la strada per raggiungerci. Aspettiamo la ripresa dei lavori del tunnel e speriamo in un potenziamento dei collegamenti ferroviari, con un aumento delle corse o almeno delle carrozze e degli orari compatibili con quelli dell'apertura delle piste. Al momento attendiamo sviluppi, ma questi sono tasselli politici".

Nel frattempo, continuano i lavori sulla linea, come conferma Gianpiero Dalmasso, sindaco di Vernante e responsabile della tratta per RFI: "La settimana prossima andrò personalmente a verificare l'avanzamento delle opere di ripristino, nella tratta ligure". Il problema restano gli orari e le poche corse. Con la strada ancora KO, sarebbe l'unico modo per raggiungere Limone e le sue piste in modo agevole. Senza contare che quel collegamento interrotto è stato un danno enorme non solo per Limone, ma per tutto il Cuneese.

Sul tema, l'Assessore regionale piemontese ai Trasporti Marco Gabusi è stato possibilista: "Ieri è saltato l'incontro tra il presidente Cirio e l'amministratore delegato di Trenitalia. I discorsi da affrontare sono tanti, ovviamente la Cuneo-Nizza è un piccolo tassello. Ma c'è l'impegno a studiare un servizio di navettamento che da Tenda arrivi a Limone, al mattino e al pomeriggio, sia per i lavoratori transfrontalieri sia per chi vuole passare la giornata sulle piste della Riserva Bianca. Non è una soluzione semplice, si tratta di treni diesel che dovrebbero fare rifornimento a Torino, per cui non possiamo aspettarci 10 convogli al giorno. Ma qualcosa si sta studiando, le nostre richieste le abbiamo fatte, vediamo cosa ci proporrà Trenitalia".

Barbara Simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium