/ Attualità

Attualità | 17 agosto 2021, 17:38

Pigna: estate con migliaia di turisti in Val Nervia, Trutalli "Positivo per l'economia, ma servono più controlli"

Il Sindaco ha prospettato per la prossima stagione un'ordinanza per chiudere alle auto la zona del Rio Carne. Qualcuno nel weekend tirava le pietre dal ponte

Pigna: estate con migliaia di turisti in Val Nervia, Trutalli "Positivo per l'economia, ma servono più controlli"

Grande afflusso di turisti sia durante l’estate, che soprattutto in queste settimane a cavallo di Ferragosto in alta Val Nervia, dove si sono verificati non pochi problemi di sicurezza.

Il grido d’allarme arriva dal Sindaco di Pigna, Roberto Trutalli, felice della scelta dei turisti nella sua valle in chiave economica, ma anche preoccupato per gli scarsi controlli: “La chiusura della Statale 20 del Tenda – ha detto – stiamo vivendo un afflusso incredibile, con un migliaio di persone tra Gouta, Rio Carne e Margheria dei Boschi, senza dimenticare la vicina Melosa”.

In tanti hanno approfittato della frescura delle montagne e della bellezza dei luoghi, per accedere al Rio Carne, noto anche per le vicende legate alla centrale termoelettrica poi vietata, dove purtroppo si sono anche registrati alcuni atti di vandalismo. Qualche turista poco educato ha infatti lanciato pietre dal ponte del rio e il Sindaco sta già pensando a una ordinanza di divieto di accesso e sosta, tra il 1° giugno e il 30 settembre, ovviamente tranne chi ha diritto di passaggio.

Ma i problemi sull’eccessivo afflusso è nei controlli: “Capisco che sia difficile per le forze dell’ordine – prosegue Trutalli - ma come Comune più di tanto non possiamo fare. Ieri a Pigna tra Gouta, Rio Carne, Gouta e Margheria dei Boschi c’erano almeno 1.000 persone con macchine parcheggiate sulle strade ovunque. Difficile era anche l’accesso ai prati di Margheria. Servono più controlli e verifiche sulle strade da parte delle forze dell’ordine, anche se devo ringraziare i Forestali che, ieri sono rimasti a Gouta fino alle 23, per controllare che non si sviluppassero incendi. Sembra paradossale ma l’afflusso è eccessivo ed è difficile da reggere”.  

Problemi per l’approvvigionamento dell’acqua, anche in funzione dell’assenza del prezioso liquido. La sorgente offre normalmente 10 metri cubi ma, in questo periodo ne da a malapena 4. “Servono più strumenti per contenere il flusso turistico – prosegue Trutalli – e, quindi, sto seriamente pensando ad una ordinanza che possa regolare i transiti”.

Da una parte il Sindaco è contento per l’arrivo dei turisti, ma comunque è preoccupato: “Non abbiamo mai visto tanta gente a Pigna come in questi mesi estivi - va avanti Trutalli – e, per quest’estate abbiamo retto ma non sappiamo cosa potrà accadere nelle prossime stagioni. Non dimentichiamo che, con le molte auto parcheggiate sulla strada, c’è il rischio per il passaggio dei mezzi di soccorso”.

Nelle ultime ore Trutalli ha anche chiesto aiuto al Presidente della Provincia al quale ha anche sottolineato l’importanza di un eventuale intervento economico della Regione, in modo da garantire maggiori controlli sulle strade dell’alta Val Nervia: “Domenica eravamo seriamente preoccupati per eventuali incendi – termina il Sindaco – e, per il futuro dobbiamo discuterne. Perché se è importante la massiccia presenza dei turisti sul piano economico e per lo sviluppo de territorio, dall’altra parte ci deve essere una risposta sui controlli”.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium