/ Cronaca

Cronaca | 09 agosto 2021, 12:16

Sanremo: assembramenti e 'bevute in piedi', l'ordinanza vale solo in alcune vie della 'movida' (Foto)

Il caso emerge a Sanremo ma si estende anche ad altre città, dove i sindaci hanno vietato di bere in piedi solo in alcune strade.

Sanremo: assembramenti e 'bevute in piedi', l'ordinanza vale solo in alcune vie della 'movida' (Foto)

E’ di poche ore fa l’intervento della Polizia Municipale di Diano Marina, che ha multato un giocoliere siciliano che aveva allestito uno spettacolo senza le normative anti Covid, mentre è in pieno svolgimento la discussione a livello nazionale sul ‘Green pass’ e, da un anno e mezzo sono chiuse le discoteche, praticamente l’unico settore che non è ancora ripartito.

Una doverosa premessa per l’argomento che vogliamo trattare oggi, alla luce di quanto osservato nella serata di sabato a Sanremo (ma che secondo i ben informati accade regolarmente) e che non vuole assolutamente andare contro il lavoro di bar e ristoranti che, indubbiamente, sono una linfa vitale per il commercio della città dei fiori.

Però, in questo caso, servirebbe un pizzico di coerenza in più e, in taluni casi anche un maggiore spirito di osservazione degli enti preposti. Stiamo parlando dell’ordinanza che, da diversi mesi sta (giustamente) investendo la zona della movida, notoriamente compresa tra piazza Bresca, piazza Sardi e via Gaudio. Un luogo dove ormai non esiste più uno spazio vuoto tra bar e ristoranti e dove, ovviamente, si concentra il maggior numero di residenti e turisti nelle serate estive.

Serate che, in questo mese di agosto, si fanno sempre più piene con la gente che ha voglia di socializzare di stare all’aperto e tornare a vivere nella ‘normalità’, dopo mesi e mesi di ‘clausura’ dovuta al Covid. L’ordinanza, lo ricordiamo, vieta agli avventori di bere al di fuori dei locali o in piedi fuori dai dehors, questo per limitare il rischio di assembramenti e, quindi, di contagi.

Le foto che ci sono state inviate riguardano via Roma, ma si trovano situazioni analoghe anche in altre zone di Sanremo e dell’intera provincia. Ripetiamo che non siamo assolutamente contro chi serve bevande da consumare ‘in piedi’ e in giro per le strade dove, peraltro, gli stessi avventori potrebbero fare la stessa cosa con bottiglie o altro portate da casa e comprate al supermercato.

Però sarebbe opportuno promulgare le ordinanze su tutto il territorio per evitare di fare ‘figli e figliastri’ a seconda delle zone. Questo, ovviamente, perché gli assembramenti ed eventuali rischi di contagio valgono in tutte le strade o vie delle città e non solo in alcune.

Carlo Alessi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium