Elezioni comune di Diano Marina

 / Attualità

Attualità | 20 luglio 2021, 11:28

Imperia, dopo la gara 'deserta' il Comune affida la spiaggia libera attrezzata a borgo Prino: "Stagione avviata, occorre provvedere con urgenza"

L'unica offerta presentata è stata giudicata 'inappropriata' e quindi l'ente ha proceduto ad assegnare la gestione, come prevede il codice degli appalti, ad una ditta: la 'Oriana Donà' di Diano Marina per 2 mila euro l'anno

Imperia, dopo la gara 'deserta' il Comune affida la spiaggia libera attrezzata a borgo Prino: "Stagione avviata, occorre provvedere con urgenza"

“La stagione balneare è ormai avviata ed occorre provvedere con urgenza ad affidare la gestione del tratto in questione”: questa la motivazione del comune di Imperia che ha previsto l’affidamento diretto della spiaggia di Borgo Prino.

Nei giorni scorsi l’ente ha dato atto che la gara d’appalto per la gestione della spiaggia libera è andata deserta. L’unica offerta pervenuta è stata una sola ossia quella da parte di M.M. di Diano Marina. A conclusione delle operazioni di verifica nella seduta del 18 giugno scorso, il seggio di gara ha disposto l'esclusione dell'unica offerta “per mancanza del requisito di idoneità di iscrizione alla Camera di Commercio" e conseguentemente ha dichiarato la gara non aggiudicata.

Adesso, così come stabilito dal codice degli Appalti  dove è previsto che l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40 mila euro possa avvenire tramite affidamento diretto, adeguatamente motivato, il Comune ha ritenuto idoneo di affidarla alla “Ditta Oriana Donà”, con sede legale a Diano Marina, che ha offerto di corrispondere un canone annuale di 2 mila euro.

“La previsione della nuova spiaggia libera attrezzata è preordinata a contemperare l'esigenza del libero accesso al mare, è scritto nella determina del settore Demanio e Ambiente, con quella di una adeguata gestione del tratto di litorale in questione sotto il profilo dell'igiene, della sicurezza, del decoro soprattutto nel periodo estivo (..) e, inoltre, le motivazioni di urgenza non sono imputabili alla stazione che ha avviato in tempo la procedura, ma la stessa è andata deserta per presenza di offerta inappropriata”.

Come previsto dal bando emanato la durata del contratto del servizio di gestione della spiaggia era per un anno, eventualmente prorogabile alla stagione balneare 2022, sino al 30 settembre.

Angela Panzera

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium